Banchetto con maschere (1692)

60f6db293c12a10007f15795

Banchetto con maschere (1692)

 Genera il pdf
Inventario
BRI 00456, BRI 00459
Autore
Categoria:

Notizie storico artistiche

Luogo e anno di edizione
Bologna, s.d.
Serie
Bologna antica - serie 4
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
cartolina postale
Orientamento
orizzontale
Misure immagine (in cm; hxb)
9x14
Indicazione di colore
b/n viraggio seppia
Iscrizioni
Il nome dell'editore compare sul verso, in basso a sinistra, preceduto dal n. 71-a.
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Bologna, banchetto con maschere (1692)
Note
Nel Seicento, le occasioni di festa a Bologna non mancavano di certo. Erano le più diverse: dalla annuale festa della Porcellina alla visita di un principe; da un'investitura accademica a una cerimonia di corporazione; da una cadenza liturgica al funerale di un nobile. Al naturale teatro rappresentato dalla città stessa, si sovrapponevano i pavesamenti di una città immaginaria, in cui si mescolavano i simboli del potere e le allegorie religiose. Gli apparati contingenti si avvalevano di macchine di grande complessità e ingegnosità cui si dedicarono specialisti architetti e scultori e nelle quali si impiegavano anche ingenti quantità di denaro. Bologna non è mai stata città che offre ai visitatori immediate o particolari piacevolezze visive, ma ha sempre compensato con quanto si svolgeva e veniva realizzato all'interno dei suoi più bei palazzi. Ad esempio, in occasione del cambio del Gonfaloniere (cerimonia civile che si iniziava e che si concludeva nella dimora del nuovo eletto), venivano organizzati memorabili convivi con esibizione di apparati e di stoviglie preziose, balli e feste a tema.