Bologna - Ditta Palmieri e Gulinelli - Ciclomotore Guizzo 150/ 1961 con motore visibile

60f6ddca3c12a10007f17f72
1
60f6ddca3c12a10007f17f73
2

Bologna - Ditta Palmieri e Gulinelli - Ciclomotore Guizzo 150/ 1961 con motore visibile

Inventario
FF 3389-063/064

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
1961 ca.
Oggetto
Negativo
Materia e tecnica
gelatina bromuro d'argento/ vetro
Misure immagine (in cm; hxb)
18x24
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Industria motociclistica - Palmieri e Gulinelli - Ciclomotori - Guizzo
Bibliografia
Pezzella Letizia, Fototecnica Artigiana e Fototecnica Bolognese. Industria, artigianato e commercio nel fondo fotografico del Museo del Patrimonio industriale, in "Scuola officina", n. 2, luglio-dicembre 2007, pp. 4-7; Bologna 1937-1987. Cinquant'anni di vita economica, a cura di Fabio Gobbo, Bologna, 1987. Per dettagli su tutte le quattro versioni dello scooter Guizzo, si veda la pagina
https://www.scooterdepoca.com/altri_scooter.asp, in particolare Palmieri & Gulinelli.
Note
La Palmieri e Gulinelli nasce all'inizio degli anni '50 per lo stampaggio di telai per ciclomotori, parafanghi e serbatoi. Al Salone di Milano nel 1957 presenta il Guizzo 50, un ciclomotore con motore a due tempi (Franco Morini) molto apprezzato, successivamente messo in produzione con un migliaio di esemplari e commercializzato dalla primavera 1958. Nel 1959 l'azienda si trasferisce in una nuova sede a San Lazzaro di Savena. Nel 1961 il successo del Guizzo, soprattutto con esportazioni sul mercato sudamericano e nord europeo, incoraggia la Palmieri e Gulinelli a rinnovare lo scooter. Purtroppo nel 1962 cessò completamente la produzione motociclistica. Il servizio comprende 23 lastre con vedute del motociclo Guizzo 150 del 1961 sotto ogni angolazione (in particolare queste due riprese del modello con selle singole con motore visibile). Nella stessa scatola una targa del C.O.N.I (Unione provinciale Bologna) datata 1960 che assegna una medaglia d'oro al Moto Club Guizzo come terzo classificato in graduatoria nazionale e primo classificato in ambito provinciale.