Bologna, Via Orefici

60f6db293c12a10007f1572e

Bologna, Via Orefici

Inventario
BRI 00340
Autore:
Categoria:

Notizie storico artistiche

Luogo e anno di edizione
Dresda, s.d.
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
cartolina postale
Orientamento
verticale
Misure immagine (in cm; hxb)
14,2x9
Indicazione di colore
b/n viraggio seppia
Iscrizioni
Il nome dell'editore è leggibile sul recto, in basso a sinistra
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Bologna, Via Orefici
Bibliografia
"Sotto il segno di Alfonso Rubbiani. La salvaguardia del passato e le origini delle Collezioni della Cassa di Risparmio in Bologna", Bologna, BUP, 2013, pag. 16
Note
In questa immagine l'antica via (così denominata per le numerose botteghe di orefici che esistevano e che -in parte- esistono tuttora) compare com'era prima degli abbatimenti che ne avrebbero interessato la parte destra a partire dal 1911 e in omaggio al piano regolatore comunale del 1889. Sullo sfondo sono ben visibili il palazzo del Podestà e la fontana del Nettuno.
Sulla parte destra, si può notare l'arco di imbocco della scomparsa via Cimarie, riconoscibile per la ghiera in cotto.
Ancora oltre, si può vedere un edificio più sporgente rispetto agli altri. In esso era l'Albergo del Commercio, già del Leoncino. Si dice che Francesco Raibolini (detto il Francia), orefice e celebre pittore, avesse il suo appartamento e lo studio in questo palazzo.