Campo dei fiori

60e3353de3e2f0000732cdb4

Campo dei fiori

Notizie storico artistiche

Datazione
Tecnica e supporto
Campana in bronzo, libri bruciati
Misure (in cm)
290x160x160
Notizie storico critiche
Fin dagli esordi, il percorso artistico di Claudio Parmiggiani, personalità di rilevanza internazionale, è scandito da opere che esprimono una malinconica riflessività, un’idea di mondo come memoria, fatto di ombra e luce, di terra e cenere, di natura spiritualizzata citazioni letterarie e filosofiche, di manipolazioni alchemiche. Celeberrime rimangono le sue Delocazioni, impronte immerse nel tempo trascorso che le librerie lasciano sulle pareti bianche dopo essere state rimosse.
Al tema dei libri si ispira anche l’opera Campo dei fiori, un’installazione carica di suggestioni dove ancora una volta un ruolo fondamentale è giocato dalla memoria, dal passato, dalla conoscenza conservata, tra le pagine ingiallite degli antichi testi. Come lascia presagire il titolo, Parmiggiani qui trae l’ispirazione dalla drammatica vicenda di Giordano Bruno, filosofo condannato per eresia dall’inquisizione
Soggetto o iconografia
Una grossa campana di bronzo è appoggiata sopra uno spesso ripiano costituito da più pile di libri bruciati come fossero mattoni che lasciano cadere a terra la cenere delle loro pagine annerite dal fuoco.
Bibliografia
B. Corà (a cura di), Essenziale all'arte, Bologna, 2006; J. Nancy, E. La Spina, L'isola del silenzio, Bologna, 2007; C. Grenier, Parmiggiani, Parigi 2008; G.P. Biasin, Il canto delle sirene - scritti scelti 1969 - 1997, Modena 2009 (in cop.); A. Mazza (a cura di), Antico e Moderno, Bologna 2014, p. 351;
Mostre
Essenziale all'arte (Bologna, 2006); Gloria di Cenere (Bologna, 2007); Parmiggiani - Apocalypsis cum figuris (Pistoia, 23/10/07 - 23/03/08);