Fianco orientale di Piazza 8 Agosto prima delle demolizioni fatte per il Littorio

60edd3031d69f70008f10eb0

Fianco orientale di Piazza 8 Agosto prima delle demolizioni fatte per il Littorio

Inventario
M1513 (rep.3/705)
Categoria:

Notizie storico artistiche

Datazione
Firma
Si
Tecnica e supporto
Matita nera su carta.
Misure foglio (in mm)
399 x 267
Notizie storico critiche
Giorgio de Vincenzi ha avuto una formazione artistica irregolare. Senza passare da studi accademici, l’artista ferrarese si è formato direttamente a ‘bottega’, frequentando lo studio del pittore Nicola Laurenti e attraverso gli assidui contatti con Roberti Melli e Filippo De Pisis. De Vincenzi ,in occasione di una sua personale del 1974 tenutasi alla Galleria di Palazzo Galvani a Bologna, il critico Antonio Meluschi ha accostato il suo modo di dipingere a quello di Van Gogh “senza il suo furore ma con la lirica ebrietà dell’olandese per quell’inesprimibile sentirsi parte del paesaggio”. Proprio i paesaggi e gli scorci cittadini, infatti, sono i soggetti prediletti dal De Vincenzi, che è presente nelle Collezioni d’arte della Cassa di Risparmio in Bologna con due disegni realizzati a matita e acquerello.

Acquistato il 18 maggio del 42 da Baruffi che dice de Vincenzi illustratore del bianco e nero conosciuto in Italia e all'estero.
Bibliografia
F. Varignana (a cura di), Le Collezioni della Cassa di Risparmio in Bologna - I disegni 3. dal paesaggio romantico alla veduta urbana, Bologna 1977.