Le torri Artenisi e Riccadonna prima della demolizione

60e84f39e3e2f0000732db57

Le torri Artenisi e Riccadonna prima della demolizione

 Genera il pdf

Notizie storico artistiche

Datazione
Tecnica e supporto
Olio su tela
Misure (in cm)
38x27
Iscrizioni
Demolizione delle torri Artenisi e Riccadonna dipinta dal vero da Alessandro Scorzoni da una finestra della casa numero 3 sedcondo piano di via Orefici dal 10 al 14 febbraio del 1919.
Notizie storico critiche
Come ci informa l'iscrizione sul retro la veduta è stata ripresa dalla finestra del secondo piano di via Orefici n. 3, dal 10 al 14 febbraio 1919.
Alessandro Scorzoni nasce a Calcara nel 1858 da un'umile famiglia e intraprende gli studi artistici, rivelandosi allievo brillante e versatile di Antonio Puccinelli, all'Accademia di Belle Arti di Bologna. Si dedica alla pittura sacra, alla composizione allegorica, al ritratto, al paesaggio. Dal 1895 al 1906, Scorzoni partecipa alle mostre organizzate dall'Associazione "Francesco Francia". Nel 1898 è insignito del titolo di Accademico d'onore dell'Accademia di Belle arti di Bologna e di Accademico Residente nel 1905.
Oltre che alla sua attività di pittore, Scorzoni si dedica alla decorazione e all'illustrazione; ha disegnato anche ceramiche per la Manifattura Minghetti.
Soggetto o iconografia
Veduta delle torri Artenisi e Riccadonna a Bologna prima della demolizione.
Bibliografia
R. Giacomelli, Vecchio e nuovo nel centro di Bologna, Bologna, 1967, pp. 64-68; F. Varignana, Le collezioni d'arte della Cassa di Risparmio in Bologna - I DIPINTI, Bologna, 1972, p. 458; R. Barilli, Mostra Antologica di Alessandro Scorzoni, Bologna, 1982; P. Stivani, Alessandro Scorzoni, 1858-1933, Bologna, 1999, p. 57; E. Riccomini, L'arte a Bologna, Bologna 2003, p. 323; B. Buscaroli (a cura di), Vedute bolognesi - dal Vanvitelli a Giovanni Boldini, Bologna, 2008
Mostre
Mostra antologica (Bologna, 1981); Alessandro Scorzoni, 1858-1933 (Bologna, 1999); Vedute bolognesi (Bologna, 2008)