Palazzo Caprara a Bologna

60edd38d1d69f70008f1174d

Palazzo Caprara a Bologna

 Genera il pdf
Inventario
M462 (rep. 1/123)
Categoria:

Notizie storico artistiche

Tecnica e supporto
Penna acquerellata
Misure foglio (in mm)
161x225 mm
Iscrizioni
In basso:" Pio Panfil; Schizzi Originali; Veduta del Palazzo Caprara in Bologna". Sul verso: "Da notare [cancellato] / All' Ill.mo Sig.r Padre catone / Il Sig.r Pio Panfili / Bologna"
Soggetto o iconografia
Veduta di Palazzo Caprara, (poi Montpensier) a Bologna nell'attuale via 4 novembre
Bibliografia
G. Zucchini, Edifici di Bologna, Roma 1931, p. 174; A. Emiliani (a cura di), Le Collezioni della Cassa di Risparmio in Bologna - I disegni 1. dal Cinquecento al Neoclassicismo, Bologna 1977
Note
L'edificio, voluto da Girolamo Caprara, è tradizionalmente attribuito a Francesco Terribilia che lo terminò nel 1603; fu poi completato nel 1705 dai Giuseppe Antonio Torri e dal suo allievo Alfonso Torreggiani. Al piano nobile si conservano tempere di Pietro Paltronieri detto il Mirandolese, Vittoria Maria Bigari (1720 c.) e Bernardo Minozzi. Qui nel 1805 fu ospitato Napoleone, che acquistò il palazzo l'anno seguente. Oggi è sede della prefettura. Firmato