Sibilla

60e84f25e3e2f0000732d8c7

Sibilla

Inventario
F25457
Categoria:

Notizie storico artistiche

Datazione
Tecnica e supporto
Olio su tela
Misure (in cm)
57,5x48
Notizie storico critiche
Secondo Angelo Mazza è databile attorno al 1650 e precede di pochi anni le due vaste tele della chiesa di San Girolamo della Certosa, capolavori della fase giovanile. Fu in passato attribuito a Ercole Graziani.
Soggetto o iconografia
Donna con velo blu in testa, drappi arancione, verde e bianco come veste. Ha il braccio destro alzato con il dito indice che indica in alto.
Bibliografia
A. Mazza, La pittura a Bologna nella seconda metà del Seicento, in: La pittura in Emilia e in Romagna. Il Seicento, Milano, 1992, pp.224-225; C. Baroncini, Lorenzo Pasinelli Pittore (1629-1700), Faenza, 1993, pp. 160-161; Splendour of Baroque, Sydnay 1993, pp. 114-115; F. Varignana, Le collezioni d'arte della cassa di Risparmio in Bologna - Dipinti dal XVII al XX Secolo, Bologna, 1998, p. 87; Collezione dei dipinti della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Bologna 2011; Giammarco Cappuzzo Fine Art n. 1, Londra 2020, p. 89;
Mostre
Splendour of Baroque (Sydney, 1993); Le Collezioni d'Arte della Cassa di Risparmio in Bologna - Dipinti dal XVII al XX secolo (Carpi, 9/5 - 14/6/1998); Momenti di figurazione (Bologna, 22/11 - 24/12/2002); Collezione dei dipinti della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna (Bologna, 2011-2012); Reni, Guercino, Cantarini, Pasinelli. Il Seicento bolognese nelle collezioni della Fondazione Carisbo (Bologna 2019)