Solitudine

60edd38c1d69f70008f11727

Solitudine

 Genera il pdf
Inventario
F25464
Categoria:

Notizie storico artistiche

Datazione
Tecnica e supporto
Sanguigna su carta ocra
Misure foglio (in mm)
45x28,3 cm.
Notizie storico critiche
Nata a Bologna, in una famiglia di otto fratelli, iniza a praticare la pittura da Rosita Mantovani Franceschi, maestra di talento scomprasa assai giovane, si laurea con il professore Ardigò con una tesi sull'Handicap. Nelle sue opere, dipinti e disegni, l'artista indugia sui racconti famigliari, i sentimenti, i piccoli eventi che accompagnano il succedersi delle stagioni: si sofferma sui volti della la madre, del padre, di sorelle e fratelli. Il racconto di dipana lento come le pagine di un diario.
Profondamente religiosa, e impegnata nel campo del sociale ha eseguito numerose opere di carattere sacro.
Soggetto o iconografia
figura appena abbozzata seduta su una sedia con mani sul grembo. Il volto non è che accennato
Bibliografia
G. Ruggeri, Il Lessico Familiare di Maria Ogier pittrice, Bologna, 1984, p. 31;
Note
Firmato sul lato sinistro