Carlo de Mallery

64ff1341061a9a0007d2b231

Carlo de Mallery

 Genera il pdf
Inventario
M5281
Categoria:
Donazione:

Notizie storico artistiche

Inventore
Van Dyck Anton (Anversa, 1599 - Londra, 1641)
Tecnica e supporto
Acquaforte
Misure foglio (in mm)
241x155
Iscrizioni incise
CAROLVS DE MALLERY
CALCOGRAPHVS ANTVERPIAE
Ant. van Dyck pinxit. Cum privilegio.
Vosterman sculp.
Fondo/Raggruppamento
Notizie storico critiche
L'opera fa parte di una serie di stampe di Van Dyck collezionate da Edgardo Grazia. Van Dyck era considerato come uno dei migliori ritrattisti in Europa. Questa serie di stampe intitolata "The Iconographie" è costituita dai ritratti che egli eseguì per le più note personalità del suo tempo: nobili, studiosi, militari e artsiti. I ritratti risalgono quindi al periodo che coincide col suo ritorno nelle Fiandre dal viaggio in Italia. Una prima edizione della serie è databile al 1632, ma non è conservata alcuna copia, Van Dyck stesso incise il primo stato di alcune stampe.
Vedi in tal senso: https://www.frick.org/exhibitions/van_dyck/iconographie

Vosterman eseguì soggetti religiosi e allegorici, ritratti, scene di genere e paesaggi. Segnalato nella gilda di S. Luca ad Anversa nel 1618, due anni dopo incideva le prime tavole dal Rubens. Nel 1624 si recò in Inghilterra e vi lavorò per l'alta società; eseguì le prime stampe da ritratti del van Dyck. Tornato ad Anversa nel 1630, incise ancora numerose composizioni e ritratti dal van Dyck.
Vedi in tal senso: https://www.treccani.it/enciclopedia/lucas-i-vorsterman_%28Enciclopedia-Italiana%29/