Cristo e la Samaritana

60f415606e15f700077d52a2

Cristo e la Samaritana

Notizie storico artistiche

Inventore
Carracci Annibale (Bologna 1560- Roma 1609)
Disegnatore
Langlois detto Ciartes Charles Francois (Chartres 1589 - Parigi 1647) attribuita
Tecnica e supporto
acquaforte
Misure foglio (in mm)
285 x 404
Misure immagine (in mm)
285 x 404
Iscrizioni incise
verso marca della Cassa di Risparmio di Bologna con all'interno il n. 487 Ca cancellato CRB 4848 Fs 1. 2 in basso : Timbro di vendita presso Incisioni Acqueforti, stampe ecc. ex raccolta P. Barelli. Lissoni P.zza Duomo, 18 Milano
Notizie storico critiche
Lungamente dibattuta dalla critica, questa incisione è stata attribuita a Guido Reni da Bellori e Bartsch, ritenuta di Francesco Brizio dal Mariette e dal Malvasia che attribuì l'invenzione ad Agostino e criticò lo Stefanoni per avere alterato il primo stato con la scritta 1595 e avervi apposto lo "sculpsit" di Annibale e la data 1610. E' sulla scorta del terzo stato che Bodmer propose di restituirla ad Annibale. Più di recente essa è stata assegnata a Francesco Brizio dalla Birke e a Reni da Nicolas Turner, quest'ultima attribuzione è convincente anche per De Grazia e Bohn. L'incisione deriva da un dipinto di Annibale Carracci oggi conservato presso la Pinacoteca di Brera. Eseguito nel 1595 circa esso era in origine un sovraporta in Palazzo Sampieri a Bologna. Da questo dipinto Annibale stesso trasse una replica con varianti che venne tradotta da numerosi incisori, un tempo conservata in casa Oddi a Perugia oggi al Szepmuveszeti Muzeum di Budapest (D. Benati, E. Riccomini, Annibale Carracci, cat. mostra, Bologna 2006, p.280) Il rame di figurava nel 1658 tra le lastre che il mercante d'arte bolognese, conte Cesare Locatelli, conservava nel suo palazzo (in R. Morselli, Collezioni e Quadrerie nella Bologna del Seicento, Inventari 1640 - 1707, Los Angeles 1998, pp. 281 - 290) Lo ritroviamo citato nel 1821 tra l'eccezionale patrimonio di rami di intagliatori classici della ditta di Pietro e Giuseppe Vallardi (cfr. Catalogo dei più celebri intagliatori in legno in rame ..., in Introduzione allo studio delle arti del disegno..., Milano Vallardi 1821, p. 249). L'esemplare in esame, in cui le scritte compaiono ribaltate è una controprova antica (1620?) estremamente interessante perchè mai repertoriata prima d'ora. L'autore fu probabilmente Charles Francois Langlois detto Ciatres
Soggetto o iconografia
Alla sinistra è cristo appoggiato al pozzo con il braccio destro sollevato in atto di indicare e il sinistro appoggiato al petto, a destra la Samaritana. Sullo sfondo 5 uomini e un ampio paesaggio.
Bibliografia
G. P. Bellori, Le vite de' pittori, scultori ed architetti moderni...Roma 1672, p. 99 (attr. Reni) C. C. Malvasia, La Felsina Pittrice, 1678, ed cons. 1841, I, p.109 (attr. Brizio) M. Oretti, Notizie dei Professori del disegno, cioè dei pittori, scultori ed architetti bolognesi e de' forestieri di quella scuola, Bologna Biblioteca dell'Archiginnasio, ms, senza data B. 125 III, p. 13 G. Gori Gandellini, Notizia istoriche degl'intagliatori. Opera di Gio. Gori Gandellini Sanese. Siena, presso Vincenzo Pazzini Carli e figli, 1771, I vol., p.227 (attr. Brizio) J. Strutt, A bibliographical dictionary; containing an historical account of all the engravers , from the earliest period of the art of engraving to the present time; and a short list of their most esteemed works...V.II. London, 1786, p. 182 (attr. Annibale) M. Huber, Manuel des curieux et des amateurs de l'art contenant une notice abregée des principaux graveurs, et un catalogue raisonné de leurs meilleurs ouvrages...les artistes rangé par ordre chronologique, et divisés par Ecole. Tome troisième renfermant l'ecole Italienne, Zuric 1800, p. 279-280, n. 14 (attr. Brizio) M. Benard, Cabinet de M. Paignon Dijonval. Etat détaillé et raisonnée des dessin et d'etampes dont il est composè, le tout gouverné pr peintres classès par ecoles. et rangès à leurs dates, ....rèdiés par m. Bénard, Peintre et graveurs..Paris, 1810,Pt. 2, p.p.32, n.1043 (attr. Annibale) A. Bartsch, Le Peintre Graveur, Vienne 1818, XVIII vol., p.203-204 (attr. Reni) F. Brulliot, dictionnairedes monogrammes, marques figurées, lettres initiales , noms abrégés, etc... III, Munich 1834, p.13, n.73 (III) (attr. Reni) E. Bodmer, "Bemerkungen zu Annibale Carraccis Graphiskem Werk", Die Graphischen Kunste" 3, 1938,p. 111-112 A. De Witt, R. Galleria degli Uffizi. Gabinetto dei disegni e delle stampe. La collezione delle stampe, Roma 1938, p.162, n. 18010 (attr. Reni) L. Marcucci, L'incisione bolognese nel secolo XVII, Firenze 1953, p.11, n. 48 (attr. scuola Annibale) M. Calvesi, V. Casale, Le incisioni dei Carracci, Catalogo mostra, Roma Calcografia Nazionale, 1965, p. 65-66, n. 208 G. Gaeta Bertelà (a cura di), Pinacoteca Nazionale di Bologna. Gabinetto disegni e stampe. Incisori bolognesi ed emiliani del sec. XVII, Bologna 1973, n. 333-333b The Illustrated Bartsch, Italian Master of the sixteenth century, by Diane De Grazia Bohlin, New York 1980, p.415, n.7 (203) (attr. Reni) The Illustrated Bartsch, Italian Master of the sixteenth and seventeenth century, Veronika Birke, New York 1982, p. 203, n. 52 (attr. Reni) E. Borea, G. Mariani, Annibale Carracci e i suoi incisori, cat. mostra, Roma 1986, 54 (attr. Brizio) The Illustrated Bartsch, Italian Master of the sixteenth century, Veronika Birke, New York 1987, 40 (1 comm.), p. 244-247, n. 4003.048, S4 (attr. Brizio), p. 349, n. 4005.039 xx (ricusato Reni). The Illustrated Bartsch, Italian Master of the sixteenth century, Bartolomeo Passerotti, Domenico Tibaldi ,Camillo Procaccini, Ludovico Carracci, e Annibale Carracci, by Babette Bohn, New York 1996, 39 (2 comm.), p. 279, n. 3906 .031xx (attr. Reni) R. Cristofori, Agostino Annibale e Ludovico Carracci, Le stampe della Biblioteca palatina di Parma, Bologna 2005, p. 343 - 346, n. 23-23d.