Francesco de' Marchi

60f415616e15f700077d6414

Francesco de' Marchi

Inventario
F31221
Categoria:

Notizie storico artistiche

Disegnatore
Hayez Francesco (Venezia, 1791 – Milano, 1882)
Luogo e anno di edizione
XIX sec.
Tecnica e supporto
Bulino
Misure foglio (in mm)
400 x 285
Fondo/Raggruppamento
Notizie storico critiche
Francesco De Marchi (Bologna, 1504 – L'Aquila, 1576) Fu alpinista, speleologo e ingegnere italiano nel campo militare. Dopo aver compiuto studi da autodidatta, partecipò o fu testimone, fin dalla giovinezza, di alcuni eventi bellici di grande rilevanza, quali la Battaglia di Pavia del 24 febbraio 1525, e l'assedio di Firenze del 1529-1530.
Nel 1533, a seguito della restaurazione dei Medici in Firenze - effettuata dall'Imperatore allo scopo di farsi perdonare il terribile sacco di Roma del 1527, il De Marchi entrò a servizio del nuovo duca di Firenze, Alessandro de' Medici, detto "il Moro". Nel 1536 questi convolò a nozze con Margherita d'Austria, figlia naturale dell'Imperatore Carlo V, lasciandola però presto vedova, appena un anno dopo le nozze, assassinato dal cugino Lorenzino de' Medici. Da questo momento in poi il De Marchi rimarrà fedelmente nel seguito della figlia naturale dell'Imperatore, per i successivi quattro decenni.
Il De Marchi fu un individuo avventuroso ed animato da una curiosità scientifica tipicamente rinascimentale. Il suo ruolo nel seguito di Margherita d'Austria, Governatrice imperiale delle Fiandre, nonché Governatrice perpetua dell'Aquila, gli consentì di spostarsi con frequenza fra Roma, Napoli, l'Abruzzo e il mar Tirreno.
Appassionato studioso di ingegneria militare, scrisse il ponderoso trattato Della Architettura Militare e nei secoli scorsi veniva ricordato principalmente per i suoi contributi nell'architettura dei sistemi bastionati, dei barbacani, dei controspalti e, in generale, dei sistemi di fortificazione.