L'assunzione della Vergine

60f415606e15f700077d52dc

L'assunzione della Vergine

Notizie storico artistiche

Inventore
Carracci Annibale
Disegnatore
Collin Jean
Tecnica e supporto
Acquaforte
Misure foglio (in mm)
312 x 213
Misure battuta (in mm)
275 x 172
Misure immagine (in mm)
273 x 169
Iscrizioni incise
Sul recto CRB 4883 sul verso marca della Cassa di Risparmio di Bologna con all'interno il n. 231 Ca in alto : Timbro di vendita presso Incisioni Acqueforti, stampe ecc. ex raccolta P. Barelli. Lissoni P.zza Duomo, 18 Milano al centro a matita per mano di Bodmer: S. Maria del Popolo a Roma in basso 30
Notizie storico critiche
L'incisione è probabilmente desunta in controparte da una antica copia già nella collezione di Luigi XIV ora a Charlesville della famosa Assunzione dipinta da Annibale Carracci per l'altare della cappella Cerasi in Santa Maria del Popolo a Roma. Recentemente Brogi, notando le tangenze tra l'Assunta di Annibale, la Trasfigurazione di Raffaello e l'Assunta dei Frari di Tiziano ha ipotizzato che essa sia stata eseguita tra il 1601 e il 1602 in un momento in cui Annibale, probabilmente in seguito alla morte di Agostino, si recò nuovamente a Venezia con Ludovico e qui, , come narra il Malvasia, si portò nuovamente ad ammirare le pittoriche meraviglie. (Malvasia, La felsina pittrice, 1678, ed cons. 1841, I, p.153) Ancora non chiara risulta l'identità di Collin poichè nel corso del XVII vi furono più incisori con questo cognome. COPIE DAL DIPINTO DI ANNIBALE C1. Francesco Rosa (Genova? - Roma 1687) C2. Jean Collin (attivo a Reims seconda metà del XVII secolo). La sua incisione è probabilmente tratta dalla copia ora a Charlesville C3. Anonimo francese secolo XVII C4. Chasteau (trasse una incisione dalla copia ora a Charlesville)
Bibliografia
K. H. von Heinecken, Dictionnaire des artistes, dont nous avons des estampes, avec une notice détaillèes de leurs aovrages gravé. Tome troisieme contenent les lettres Bla-Caz., Leipzig 1789, p.615 ançois R. A. Weigert, Le commerce de la gravure au XVII siècle: les deux premiers Mariette et François Langlois dit Ciartres, in "Gazette des Beaux Arts", 95, I, 1953, p. 99, n. 73 E. Borea, G. Mariani, Annibale Carracci e i suoi incisori, cat. mostra, Roma 1986, pp. 222 - 223