La chiesa della Consolazione in S. Stefano

60edd38f1d69f70008f117a0

La chiesa della Consolazione in S. Stefano

Inventario
M1391 (rep.3/583)
Categoria:

Notizie storico artistiche

Firma
Firmato
Tecnica e supporto
Penna acquerellata
Misure foglio (in mm)
439x349
Iscrizioni
Sul retro: "Un lato della chiesina detta della Consolazione / che si trovava in S. Stefano in uno dei lati del / portico del Chiostro Romanico e propriamente quello / confinante col Chiostro di Pilato"
Notizie storico critiche
Guido Neri, vedutista bolognese di cui si hanno scarse notizie, è presente in queste collezioni con oltre cento disegni, tra i quali di grande suggestione sono quelli dedicati alle acque e ai canali che attraversavano la città. Come viene dichiarato in alcuni casi questi fogli rappresentano vedute di Bologna non ritratte dal vivo bensì tratte da immagini, fotografie o incisioni, riproducenti luoghi all'epoca di Neri ormai scomparsi, secondo un' usanza molto in voga tra gli artisti d'inizio novecento, volta a fissare nella memoria quei monumenti o quelle vedute irrimediabilmente compromessi dagli sventramenti e dalle ricostruzioni che hanno interessato la città di Bologna in epoca moderna.
Soggetto o iconografia
Veduta dell'interno della Chiesa della Consolazione in S. Stefano oggi scomparsa in seguito ai lavori di restauro iniziati nel 1880 da Giovanni Gozzadini e Raffaele Faccioli e proseguiti nel corso del Novecento da Edoardo Collamarini che ridussero da sette a quattro le chiese del complesso stefaniano.
Bibliografia
G. Zucchini, Gli edifici di Bologna II, Roma 1954, p. 49; F. Varignana (a cura di), Le Collezioni della Cassa di Risparmio in Bologna - I disegni 3. dal paesaggio romantico alla veduta urbana, Bologna 1977; Luigi Vignali e Santo Stefano "qui dicitur Sancta Hjerusalem", a cura di A. Mazza, Bologna 2021, p. 87;
Mostre
Luigi Vignali e Santo Stefano "qui dicitur Sancta Hjerusalem" (Bologna, 2021);