Madonna della mela

60f415606e15f700077d509e

Madonna della mela

Notizie storico artistiche

Inventore
Carracci Agostino (Bologna 1556 - 1602)
Disegnatore
Carracci Annibale
Luogo e anno di edizione
1590 - 93 ca.
Tecnica e supporto
Acquaforte
Misure foglio (in mm)
155 x 111
Misure battuta (in mm)
152 x 109
Misure immagine (in mm)
154 x 109
Iscrizioni incise
recto:a matita 251 verso: in alto a sinistra marca della Cassa di Risparmio di Bologna con all'interno 59 Ca cancellato e sotto 4592 marca di collezione i: f: H: marca di collezione piccolo ovale con all'interno MJ sovrapposte
Notizie storico critiche
Si tratta di un bel esemplare di acquaforte entrato in collezione con la tradizionale attribuzione ad Agostino e valutato nel catalogo Fasella £ 200. Secondo stato, assai fresco e vivace nel segno, della cosiddetta Madonna della mela, acquaforte attribuita ad Agostino Carracci a partire dal Malvasia, in ragione della scritta AGO.CA.I., sino alla rettifica nel secolo scorso di Eric Bodmer che la ritenne opera di Annibale da un modello perdutodel fratello. Solo recentemente sono stati ritrovati un disegno e un dipinto di Agostino Carracci che furono probabilmente all'origine dell'acquaforte di Annibale. Il disegno, probabilmente studio preliminare per l'incisione era un tempo a Chatsworth (venduto da Christie's, London, 3 luglio 1984, lot. 6, in TIB 39 (2 Comm.)1996, p. 199). Il dipinto, in controparte rispetto all'incisione, è conservato in collezione privata newyorkese (in TIB 39 (2 Comm.)1996, p. 198). Termine ante quem dell'incisione è il 1593 anno in cui Sadeler ne incise una copia datata, confermato anche dalla tecnica all'acquaforte a segni brevi e ariosi tipica di Annibale in questi stessi anni. STATI: S1. Acquaforte. mm. 152x 109. In alto a sinistra: AGO .CA. I. (Brema, Amburgo, Parma (2688), Philadelphia, Roma Vaticano, Vienna) S2. Acquaforte. mm. 152 x 109. A sinistra di AGO. CA. I. Pietro Stefanoni for. (Amburgo, Bassano, Bologna FCRB 4592, Chatsworth, Dresda, Francoforte, Londra, Milano, New Yor, Parigi, Parma (2689) Rotterdam, Stoccarda, Torino, Vienna) COPIE: C1. Anonimo. Acquaforte in controparte. mm. 154 x 105. (Firenze, New York, Parigi, Vienna) C2. Ludovico Mattioli (1662 - 1747) Acquaforte in controparte. mm. 183x 135. Nel margine in basso: Ag. Carazzi inv. MATER ADMIRABILIS. L. Mattioli A. C. f. in baso a sinistra 1726. (Bologna, Firenze BM, Torino, Roma Vaticano). C3. Rafhael Sadeler I (1560/61 - 1628/32). Incisione a bulino in controparte. mm. 158 x 109. Sul parapetto al centro: IVENI QUEM DILIGIT ANIMA/MEA/CAN: 3; in basso a sinistra A. Caraz invent.,in basso a destra: Raphael Sadeler fecit. Monachij 1593. l panneggio supera il parapetto (Firenze BM, New York, Parigi, Parma 2690, Vienna). C4. Anonimo, Acquaforte. 158 x116, copia della copia C3 in controparte con la stessa iscrizione nel parapetto un primo stato di questa incisione sono state cancellate la scritta a destra e la parola: CAN: 3 (Francoforte, New York, Vienna, Bologna FCRB 4852) C5. Anonimo tardo XVII secolo. Incisione a bulino in controparte. mm. 184 x 125. Sul parapetto è scritto: INVENI QVUM /DILIGIT ANIMA MEA/ Can. 3 ; in basso a sinistra in parte cancellato A. CARAC invent. al centro Io Antonij de paulis for.. (Giovanni Antonio De Paulis attivo prima del 1623). (Roma) C6. Copia nella stessa direzione con la Madonna ombreggiata la linee orizzontali e lacking AGO. CA. I. menzionata da Bartsch ma non reperita. C7. Anonimo XVII secolo. Acquaforte in controparte. mm. 158 x 95. In alto a destra: AGO. CA.I. Pietro Stefanoni for. (Vaticano, Vienna) C8. Copia con scritto Corn. van Tienen (Anversa attivo tra il 1616 e il 1678) descritta da Heinecken C9. Giovanni Antonio Belmondo (attivo prima 1769). Acquaforte in controparte. mm. 168 x 119. nel margine: Ag. Carracci Inv. MATER ADMIRABILIS. Gio Ant. Belmondo f.. Pittore e incisore francese attivo in Francia e Bologna (Nagler 1835 -52,vol. 1, p. 403) (Vienna, Bologna FCRB 4853 non repertoriata da Bohn) C10. Anonimo XVII secolo Incisione a bulino in controparte. mm. 192 x 136. In basso a sinistra Dn1 1625. L'aureola è circondata da stelle. (Vienna) C11. Anonimo. Acquaforte e incisione a bulino in controparte. mm. 155 x 106. Nel margine: MATER ADMIRABILIS ORA PRO ME; in basso a sinistra un monogramma A intrecciata con C. (Amburgo)
Bibliografia
C. C. Malvasia, La Felsina Pittrice, 1678, ed cons. 1841, I, p.81 (attr. Agostino) M. Oretti, Notizie dei Professori del disegno, cioè dei pittori, scultori ed architetti bolognesi e de' forestieri di quella scuola, Bologna Biblioteca dell'Archiginnasio, ms, senza data B. 125 III,pp. 824-25. G. Gori Gandellini, Notizia istoriche degl'intagliatori. Opera di Gio. Gori Gandellini Sanese. Siena, presso Vincenzo Pazzini Carli e figli, 1771, p. 236 (?) Heinecken, Dictionnaire des artistes, dont nous avons des estampes, avec une notice détaillèes de leurs aovrages gravé. Tome troisieme contenent les lettres Bla-Caz. A. Leipzig, chez Jean Gottlob Immanuel Breitkopf, 1789, p. 633, n. 25 (cat. Agostino) M. Huber, Manuel des curieux et des amateurs de l'art contenant une notice abregée des principaux graveurs, et un catalogue raisonné de leurs meilleurs ouvrages...les artistes rangé par ordre chronologique, et divisés par Ecole. Tome troisième renfermant l'ecole Italienne, Zuric 1800 III, p.243, n. 15(?) (cat. Agostino) M. Benard, Cabinet de M. Paignon Dijonval. Etat détaillé et raisonné des dessin et estampes dont il est composé... Redigé par M. Benard, Peintre et Graveur... Paris 1810 , Pt 2, p. 31, n. 1010. (attr. Agostino) A. Bartsch, Le Peintre Graveur, Vienne 1818, XVIII vol., p. 56, n. 31. (cat. Agostino) F. Brulliot, Dictionnaire des monogramme, marques figurées, lettres initiales..., III, Monaco 1834, p. 6, n. 35. (attr. Agostino) Ch. Le Blanc, Manuel de l'amateurd'estampes, contenant ..Tom. I, 1854, p. 598, n. 20. (cat. Agostino) G.K. Nagler, Die monogrammisten und diejeningen und unbekannnten Kunstler aller Sculen...I, Monaco 1858, p. 314n. 646 (attr. Agostino). E. Bodmer, Die Entwicklung der Stechkunst des Agostino Carracci , II , Die Graphischen Kunste, 5, 1940, p. 71 (Annibale) A. Petrucci, L'incisione carraccesca, in "Bollettino d'arte", 1950, n. 35, p. 139 (attr. Agostino) M. Calvesi, V. Casale, Le incisioni dei Carracci, Roma,1965, p. 63, n. 201 (Annibale) G. Gaeta Bertelà (a cura di), Pinacoteca Nazionale d i Bologna. Gabinetto disegni e stampe. Incisori bolognesi ed emiliani del sec. XVII., Bologna 1973, n. 330. (Annibale) Malafarina, L'opera completa di Annibale Carracci, Milano 1976, p. 85, n. 5 (Annibale) The Illustrated Bartsch, Italian Master of the sixteenth century. Edited by Diane De Grazia Bohlin, New York 1980, D. De Grazia, le stampe dei Carracci con i disegni , le incisioni, le copie e i dipinti connessi. catalogo Critico. edizione italiana riveduta e aumentata tradotta e curata da Antonio Boschetto. Bologna 1984 (National Gallery of art; Washington; Pinacoteca Nazionale, Bologna, p. 236 - 237, n. 16(336) I. The Illustrated Bartsch, Italian Master of the sixteenth century, By babette Bohn. New York, 1996, 39 (2 Comm.), p. 197, n. 3906.012 S1. R. Cristofori, Agostino Annibale e Ludovico Carracci, Le stampe della Biblioteca palatina di Parma, Bologna 2005, p. 312- 314, n. 8 - 8d; Da Durer arrivando a Morandi. Cinquecento anni di incisioni, cat. Mostra Crespellano 26 settembre - 27 ottobre 2013, Bologna, 2013, p.16
Mostre
Da Durer arrivando a Morandi. Cinquecento anni di incisioni, cat. Mostra Crespellano 26 settembre - 27 ottobre 2013, Bologna, 2013.