Natività della Vergine

60f415606e15f700077d5202

Natività della Vergine

Inventario
4771
Categoria:

Notizie storico artistiche

Inventore
Carracci Annibale
Disegnatore
Pera Giuseppe
Tecnica e supporto
Acquaforte acquerellata a mano
Misure foglio (in mm)
348 x 242
Misure battuta (in mm)
290 x 222
Misure immagine (in mm)
259 x 193
Iscrizioni incise
Sul recto timbro a secco della Cassa di Risparmio con all'interno il n. 4771 Sul verso Marca della Cassa di Risparmio in Bologna con all'interno il n. 314 Ca cancellato
Notizie storico critiche
L'esemplare in esame, acquerellato a mano è probabilmente parte di una serie incisa da Benedetto Eredi tratta da opere di Annibale. In Fondazione esiste un esemplare analogo (Inv 4810) proveniente dalla collezione di Paolo Casati. Le due stampe riproducono in controparte la tela di Annibale Carracci proveniente dalla Basilica della Santa Casa di Loreto, che si trova oggi al Louvre dove venne portata nel 1796 al seguito delle truppe napoleoniche. Databile al 1598 - 99 la pala era molto ammirata dai più antichi biografi e soprattutto dai viaggiatori francesi. Si conoscono vari disegni preparatori al dipinto: Studio di donna in piedi, Louvre; Studio di donna in piedi che indica e drappeggio, Louvre Studio di donna che regge Maria Windsor Castle L'incisione, acquerellata a mano, proviene dalla collezione del Cavalier Osti è qui repertoriata per la prima volta COPIE DAL DIPINTO DI ANNIBALE C1. Anonimo del XVII secolo presso de Paolis. Acquaforte in controparte (Roma) C2. S1. Robert van Audenaerd (Gand 1663 - 1743). Acquaforte in controparte (Roma) C2. S2. Robert van Audenaerd (Gand 1663 - 1743). Acquaforte in controparte. edita da Jacob Frey nel 1728 (Bologna FCRB 4805) C3. Benedetto Eredi (Ravenna 1750 - 1812) - Giuseppe Pera (XIX secolo). Acquaforte in controparte senza la pare superiore con Dio padre e angeli. (Bologna FCRB 4771, 4810) qui repertoriata per la prima volta