Officine Maccaferri. Gabbioni

60f415626e15f700077d68ce

Officine Maccaferri. Gabbioni

Notizie storico artistiche

Inventore
Chappuis Alberto (Firenze, 1884 - Bologna, 1945)
Disegnatore
Chappuis Alberto (Firenze, 1884 - Bologna, 1945)
Luogo e anno di edizione
Bologna, stabilimento litografico Chappuis
Tecnica e supporto
Litografia su cartone
Misure foglio (in mm)
333x225
Fondo/Raggruppamento
Notizie storico critiche
I Maccaferri, fabbri da generazioni, erano originari di Sacerno. Qui Raffaele (1847-1921) aveva gestito dal 1869 una piccola fucina, trasferita poi a Lavino nel 1879, anno di registrazione della Ditta Raffaele Maccaferri Officina da fabbro, infine nel 1886 a Zola Predosa.
Così era iniziata una storia imprenditoriale i cui protagonisti, a vario titolo e con diverse competenze, sono sempre stati fino ai giorni nostri esponenti della famiglia. A Gaetano Maccaferri (1876-1968) viene riconosciuto il merito di aver ideato i gabbioni di contenimento in ferro che, impiegati per la prima volta con successo nei lavori di ripristino dell’alveo del Reno a Casalecchio in seguito alla rovinosa rotta dell’inverno 1893, avevano dato notorietà alla Ditta.
Dopo aver prodotto filo spinato e cavalli di frisia per la Grande Guerra, sotto la sua guida la Maccaferri si era ingrandita e diversificata, con la fondazione o l’acquisto di nuove attività (...), cimentandosi anche nei settori siderurgico, saccarifero, immobiliare e nell’edilizia. Dal secondo dopoguerra ad oggi la Maccaferri si è venuta configurando come un moderno gruppo industriale con una presenza ramificata che, dal territorio nazionale, si è progressivamente ampliata, tanto da essere presente oggi sui mercati industriali dei cinque continenti.

Antonio Campigotto, Testo tratto da "La Ruota e l’Incudine la memoria dell’Industria Meccanica bolognese in Certosa", Minerva, 2016