Opus Marmoreum Alexandri Algardi in S. Paolo

60f415616e15f700077d66c0

Opus Marmoreum Alexandri Algardi in S. Paolo

Inventario
F34769
Categoria:

Notizie storico artistiche

Inventore
Algardi Alessandro (Bologna, 1598 – Roma, 1654)
Disegnatore
Calvi Jacopo Alessandro (Bologna, 1740-1815)
Luogo e anno di edizione
Venezia 1770
Tecnica e supporto
Acquaforte
Misure foglio (in mm)
448 x 277, con brachetta 497 x 380
Notizie storico critiche
L'esemplare fa parte di un volume composto da una miscellanea di 131 incisioni rilegate assieme, verosimilmente nel XIX secolo. Le stampe in esso contenute rappresentano mappe, palazzi, chiese, opere scultoree e porte di Bologna e sono datate tra il XVI e il XVIII secolo e realizzate da artisti più o meno noti. Il volume venne acquistato da Alfredo Baruffi nel gennaio del 1939 presso l’antiquario Ernesto Martelli (già direttore della cessata libreria antiquaria Zanichelli in via Santo Stefano 43).
La Parrocchia di San Paolo Maggiore fu eretta dai Padri Barnabiti tra il 1606 e il 1611 su disegno dell'architatto padrea Ambrogio Mazenta. Nel 1634-36 la chiesa venne arricchita di una fronte armoniosa realizzata da Ercole Fichi. La volta venne affrescata da Antonio e Giuseppe Rolli (al sec. XVII appartengono le gesta di San Paolo nell’areopago di Atene). Sugli altari opere dei maestri della scuola bolognese: Giacomo Cavedoni, Guercino, Giuseppe Maria Crespi e Lodovico Carracci, le cui opere spiccano sugli altari laterali.
L'altare maggiore, che risale al 1643-50, è contraddistinto dal gruppo scultoreo della Decollazione di San Paolo dell' Algardi, autore anche del medaglione, del paliotto e del tabernacolo.

Bibliografia
Charles Le Blanc, Manuel de l'amateur d'estampes, contenant un dictionnaire des gravures detoutes les nations... ; ouvrage destine a faire suite au Manuel du libraire et de l'amateur de livres par M. J.-Ch. Brunet, Paris, E. Boullion, 1854, t. I (A-Cahtillon) Paris, E. Boullion, 1890 (Taddei-Zylvelt) IV, 1890, p. 122 Cit: 25