Pianta scenografica di Bologna

60f415616e15f700077d6647

Pianta scenografica di Bologna

Inventario
F34650
Categoria:

Notizie storico artistiche

Inventore
Ambrosi Domenico detto anche del Brizio
Disegnatore
Ambrosi Domenico detto anche del Brizio
Luogo e anno di edizione
Bologna 1651
Tecnica e supporto
Acquaforte
Misure foglio (in mm)
396 x 497; 497 x 620
Notizie storico critiche
L'esemplare fa parte di un volume composto da una miscellanea di 131 incisioni rilegate assieme, verosimilmente nel XIX secolo. Le stampe in esso contenute rappresentano mappe, palazzi, chiese, opere scultoree e porte di Bologna e sono datate tra il XVI e il XVIII secolo e realizzate da artisti più o meno noti. Il volume venne acquistato da Alfredo Baruffi nel gennaio del 1939 presso l’antiquario Ernesto Martelli (già direttore della cessata libreria antiquaria Zanichelli in via Santo Stefano 43).
L'esemplare in esame proveniene originariamente dal volume di Ovidio Montalbani (Bologna 1601-1671), "Le antichità più antiche di Bologna ristrette in due libri intitolati il Colosso e gl'Historici Spiriti/con due trattti annessi dal vero, e più vecchio...", Bologna 1651. la stampa di Bologna fu realizzata invece da Domenico Ambrosi, detto anche Domenichino del Brizio.
Nel volume di Montalbnani indagine storica, antiquaria e toponomastica si mescolavano in fantasiosi tentativi di ricostruzione storica dell’antica Felsina. Accanto a strutture ed edifici pubblici come il canale Navile, le mura e le porte della seconda e terza cerchia, allora esistenti e raffigurate come si trovavano all'epoca, l'autore inserisce edifici e strutture antiche di sua ricostruzione (o meglio, invenzione), come residenze di famosi personaggi della storia romana, archi trionfali, teatri, templi, edifici pubblici. Qua e là fanno capolino resti del periodo gallico (il bosco dei druidi gallici dove sorge San Michele in Bosco, il "Campo de' Boii" nella zona entro porta San Donato), curiosamente nulla della fase etrusca, nonostante il titolo faccia riferimento alla grandezza della città in quel periodo.
Bibliografia
A. Brighetti, Bologna nelle sue stampe. Vedute e piante scenografiche dal Quattrocento all'Ottocento, Bologna, 1979, p. 30, n.35