Porta S. Donato

60edd3891d69f70008f116bc

Porta S. Donato

Inventario
M1377 (rep.3/569)
Categoria:

Notizie storico artistiche

Firma
Firmato
Tecnica e supporto
Penna acquerellata
Misure foglio (in mm)
368x250
Iscrizioni
"disegno a penna acquerellato - porta S. Donato / 1890 - Pietro Pietra"
Notizie storico critiche
Il disegno fa parte di un gruppo di 7 fogli (inv.n. 1372 - 1378) realizzati dal Pietra, raffiguranti alcune Porte di Bologna, storicamente tra i soggetti più cari ai vedutisti cittadini. La data apposta ai fogli, per evidenti ragioni anagrafiche, non può essere quella di esecuzione. E' probabile che l'artista si sia ispirato a foto o a immagini, come ad esempio le incisioni del Basoli e del Panfili, che documentassero lo stato delle porte in quel periodo, mentre è presumibile che i disegni siano stati realizzati nei primi decenni del Novecento.
Figlio di Giulio Cesare, anch'egli stimato pittore, Pietro è uno dei più noti vedutisti bolognesi come testimoniano alcune sue opere in queste collezioni conservate.
Soggetto o iconografia
Veduta di Porta S. Donato a Bologna prima che venisse abbattuta la terza cinta di mura.
Bibliografia
F. Varignana (a cura di), Le Collezioni della Cassa di Risparmio in Bologna - I disegni 3. dal paesaggio romantico alla veduta urbana, Bologna 1977.