Rappresentazione di burattini

60e84f2ee3e2f0000732d9e5

Rappresentazione di burattini

Inventario
M184
Categoria:

Notizie storico artistiche

Datazione
Tecnica e supporto
Olio su cartone
Misure (in cm)
25,5x36
Notizie storico critiche
Testimonianza della vita cittadina e sociale della Bologna di fine Ottocento: il piccolo dipinto immortala infatti una delle scene più care alla tradizione bolognese d’inizio Novecento, ovvero lo spettacolo di burattini di Angelo Cuccoli, un appuntamento imperdibile per un’ intera generazione di bambini. E non solo. Accanto a loro vediamo infatti donne e uomini, anziani e gendarmi, cani e venditori ambulanti, tutti legati da una meraviglia senza età.
Soggetto o iconografia
Un folto gruppo di persone, sotto un voltone, prende parte ad uno spettacolo di burattini. Anziani, bambini, cani e venditori di dolciumi rendono la scena vivace e graziosa.
Bibliografia
A. Pandolfini Barberi, Burattini e burattinai bolognesi, Bologna 1923, p. 48; G. Zucchini, Edifici di Bologna, Repetorio, Roma 1931, p. 111;F. Varignana, Le collezioni d'arte della Cassa di Risparmio in Bologna - I DIPINTI, Bologna, 1972, p. 444; B. Buscaroli (a cura di), Vedute bolognesi - dal Vanvitelli a Giovanni Boldini, Bologna, 2008; Burattini a Bologna (a cura di A. Peretti Poggi), Bologna 2018, pp. 60-61;
Mostre
Chi è di scena" Baracche, burattini e marionette... (Bologna, 1999), Vedute bolognesi (Bologna, 2008)
Note
Esposto in permanenza al Museo della Storia della città di Bologna, a Palazzo Pepoli, nella sala "Bologna in scena - Il profano"