Bambinetta seduta

633d7417bfaca1000761c915

Bambinetta seduta

 Genera il pdf
Inventario
F35871
Categoria:

Notizie storico artistiche

Datazione
Tecnica e supporto
olio su tavola
Misure (in cm)
14x17
Fondo/Raggruppamento
Notizie storico critiche
Da Comacchio, dove è nato, Guidi si trasferisce con la famiglia prima a Ferrara per poi stabilirsi definitivamente a Bologna. Il padre, appassionato di pittura, si introduce nell'ambiente artistico cittadino divenendo amico di Alfredo Protti e Guglielmo Pizzirani. E' quest'ultimo che, vedendo qualche schizzo del piccolo Ugo, lo invita a d iscriversi a Liceo Artistico. Da lì passa all'Accademia di Belle Arti che nonostante le difficoltà della guerra supera brillantemente. Nel 1952 ottiene la cattedra al Liceo Artistico. Nel frattempo riceve commissione pubbliche di rilievo: per il Palazzo delle Poste di Reggio Emilia, per la Chiesa di Cristo Re a Bolzano, per la Chiesa di San Pietro a Cesena , per la Basilica di San Martino a Bologna. Il suo stile classicheggiante, squisitamente figurativo, caratterizzato da una pennellata decisa e veloce che si esprime perfettamente nei soggetti tipici della tradizione bolognese in cui si percepisce l'importanza dell'ascendente che hanno avuto su di lui i suoi maestri, su tutti probabilmente Alfredo Protti e Giovanni Romagnoli. Questo rapido abbozzo di Bambinetta seduta, eseguito a olio su tavola nel 1940, è la più antica tra le opere donate la cui varietà dimostra la versatilità dell’artista, dalla rapidità liquida dell’acquerello alla foga nel disegno a pastello e gessetti, dall’accordo cromatico dei paesaggi con colori ad olio agli accentuati contrasti luministici delle opere grafiche.
Mostre
Settanta opere di Ugo Guidi. Figure, ritratti, paesaggi, nature morte. La donazione Barbara Buldrini, Casa Saraceni, Bologna 2022-2023.