1908 - Fiume Reno - Difesa dell'abitato di Casteldebole - Ditta Giulio Serrazanetti, Bologna

60f6db2b3c12a10007f16dc5

1908 - Fiume Reno - Difesa dell'abitato di Casteldebole - Ditta Giulio Serrazanetti, Bologna

Inventario
BRI 03142
Autore:
Categoria:

Notizie storico artistiche

Luogo della ripresa
Casteldebole (Bologna)
Luogo e anno di edizione
s.l., s.d. (1908?)
Data della ripresa
1908
Timbro di spedizione (Luogo e data)
Torino, 21.12.1911
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
cartolina postale
Misure immagine (in cm; hxb)
9x14
Indicazione di colore
b/n
Iscrizioni
Sul recto è scritto: Ditta GIULIO SERRAZANETTI, Bologna - Difese fluviali e montane - Gabbioni speciali brevettati. 1908 - FIUME RENO - Difesa dell'abitato di Casteldebole, opera di IV Categoria. Lavoro eseguito dal Comune di Borgo Panigale, sottoposto all'alta sorveglianza del R. Genio Civile di Bologna. Pennello di m. 75, costituito da un unico gabbione a celle (formato VII, catalogo fig. 15)". La cartolina è viaggiata da Torino a Voghera. Il timbro di spedizione risale al 21.12.1911.
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
1908 - Fiume Reno - Difesa dell'abitato di Casteldebole - Ditta Giulio Serrazanetti, Bologna
Note
I gabbioni metallici sono ampiamente utilizzati per la realizzazione di opere di consolidamento in diversi scenari nei quali l’opera dell’uomo e della natura coesistono e determinano specifiche esigenze in termini di sicurezza e solidità strutturale. Tra le caratteristiche fondamentali dei gabbioni vi sono:
1) flessibilità e capacità di drenaggio tali da minimizzare rischi di fenomeni franosi in terreni limo-argillosi e ricchi di acqua, consentendo il deflusso dell’acqua stessa e al contempo il contenimento del terreno.
2) solidità e resistenza. La rete elettrosaldata li rende idonei a formare strutture di altezza elevata e autoportanti. Inoltre, non subiscono deformazioni, riducendo così i problemi dovuti alle difformità del terreno e delle pareti naturali.
3) Alta capacità di assorbimento delle sollecitazioni meccaniche.