ARCHIVIO DI VITTORIO PUNTONI IUNIOR (1887-1970)

Inventario
Puntoni 70
Categoria:

Notizie storico artistiche

Descrizione
Il fondo ripercorre il percorso di studi e la carriera accademica di Vittorio Puntoni tra gli anni Dieci e i primi anni Venti del Novecento, con prevalentemente documentazione di natura amministrativa attestante titoli di studio ed esperienze professionali. Sono presenti, inoltre, fascicoli relativi all’attività di ufficiale medico nel corso della Prima Guerra Mondiale e in misura estremamente marginale carte riguardanti la sua sfera privata e familiare.
Note
Nell’ambito del presente intervento, mancando qualsiasi elemento utile a ricostruire la fisionomia originaria del fondo, si è proceduto ad aggregare le carte per affare, ad eccezione di un piccolo gruppo di documenti inseriti in un fascicolo denominato “Varie”. Nell’ambito di questo processo sono state individuate quattro serie archivistiche, una relativa all’attività professionale, che raccoglie fascicoli relativi ai suoi studi ed alla carriera nel mondo universitario, una con carte riguardanti alla sua attività di ufficiale medico nel corso della prima guerra mondiale e una terza serie, con documentazione attinente alla sua sfera privata e familiare. In coda è stata aggiunta la pubblicazione con il discorso commemorativo di Enrico Ciaranfi edita dopo la morte di Vittorio Puntoni. Pertanto il fondo è così strutturato:
- Attività accademica;
- Partecipazione alla Prima Guerra Mondiale;
- Affari privati;
- Commemorazione di Vittorio Puntoni.
L’unità minima di descrizione è stata fissata nell'unità documentaria; per ciascuna di esse sono stati indicati la segnatura definitiva, la denominazione, la data, la consistenza (in n. di pagine) e laddove necessario una descrizione del contenuto ed eventuali note. In particolare, nel campo contenuto è stata rilevata la presenza di allegati e, in alcuni casi ulteriori specificazioni riguardanti il soggetto del singolo documento. Nel campo note sono stati indicati la natura della corrispondenza (ad es. riservato, personale, ecc.), la carta intestata, la presenza di annotazioni e segnature e altri elementi utili ad identificare e descrivere il documento. A livello di unità archivistica sono state individuate la segnatura definitiva, la denominazione, gli estremi cronologici, la tipologia fisica, la consistenza, la posizione fisica (n. della busta) e laddove necessario una descrizione del contenuto ed eventuali note.
Le unità documentarie nei fascicoli e questi all'interno delle serie sono stati ordinati cronologicamente. A ciascuna unità archivistica è stata attribuita una segnatura definitiva con numerazione chiusa da 70 a 100. Le singole unità documentarie sono state infine numerate progressivamente da 1 a n per ogni singolo fascicolo.
Collocazione