Argelato (Bologna), panorama

60f6db2b3c12a10007f16d95

Argelato (Bologna), panorama

Inventario
BRI 03083
Autore:
Categoria:

Notizie storico artistiche

Datazione
Luogo della ripresa
Argelato (Bologna)
Luogo e anno di edizione
Minerbio, 1907 (?)
Data della ripresa
inizio sec. XX°
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
cartolina postale
Misure immagine (in cm; hxb)
9x14
Indicazione di colore
b/n
Iscrizioni
Sul verso è stampato: SOCIETA' OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO / IN ARGELATO / XXV ANNIVERSARIO MDCCCLXXXII-MCMVII / Cartolina ricordo / 29 settembre 1907 / Offerta / a beneficio dell'iscrizione / dei Soci Vecchi / alla Cassa Nazionale / di Previdenza / N. 13885 / Centesimi Dieci
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Argelato (Bologna), panorama
Note
Il comune di Argelato (composto anche dalle frazioni di Volta di Reno, Casadio e Funo) sorge sulla destra del fiume Reno, a circa 16 km in direzione nord rispetto a Bologna. Proprio al suo legame profondo con il corso del fiume si deve l'origine del toponimo - anticamente Argelata - che fa riferimento sia alla argillosità dei terreni circostanti sia ai lavori di arginatura necessari a contenere gli straripamenti. Antico possedimento di Matilde di Canossa, Argelato seguì sempre le vicende della vicina città di Bologna. Divenuto comune autonomo nel 1828 e unito al Regno d'Italia nel 1861, conobbe un grande sviluppo durante l'Ottocento: divenne infatti una tappa fondamentale di molti scambi commerciali grazie soprattutto all'espansione industriale. In quel periodo, tuttavia, il territorio -che era rimasto in gran parte a vocazione rurale- conobbe anche notevoli cambiamenti sociali seguiti alle lotte contadine (ad. es. nel 1869 a causa dell'imposizione della tassa sul macinato). Nel secondo dopoguerra la realtà socio-economica locale è stata profondamente modificata con l'insediamento del Centergross e del contiguo Interporto, realtà conosciute a livello internazionale. Il paese si è dunque notevolmente ingrandito e ha goduto di una notevole espansione edilizia sia ad usi civili sia ad usi commerciali. La chiesa fotografata è la parrocchiale intitolata a San Michele Arcangelo.