Bologna - Basilica di S.Petronio - Coro - Cappella Maggiore - Agostino de Marchi - Stallo intarsiato

60f6ddcc3c12a10007f19770

Bologna - Basilica di S.Petronio - Coro - Cappella Maggiore - Agostino de Marchi - Stallo intarsiato

Inventario
FF 1253-413

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
1962 post
Oggetto
Negativo
Materia e tecnica
gelatina bromuro d'argento/ vetro
Misure immagine (in cm; hxb)
24x18
Indicazione di colore
B/N
Iscrizioni
Annotazione manoscritta sul pergamino originale "Intarsi coro (Chiesa di S.Petronio)
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Opere d'arte - Scultura - Cori lignei - Stalli del coro - Scranni del coro - Artisti - Artigiani - Intagliatori - de Marchi, Agostino
Bibliografia
Pezzella Letizia, Fototecnica Artigiana e Fototecnica Bolognese. Industria, artigianato e commercio nel fondo fotografico del Museo del Patrimonio industriale, in "Scuola officina", n. 2, luglio-dicembre 2007, pp. 4-7; Frisoni Cinzia (a cura di), Bologna s'industria. La rinascita economica dal secondo dopoguerra agli anni '80 nelle immagini dell'archivio Fototecnica, Santarcangelo di Romagna, 2019; Romano Giovanni - Ferretti Massimo, Agostino de Marchi e il coro della Cappella Maggiore, in "La Basilica di S.Petronio", V. II, Bologna, 1984, pp. 269-276.
Note
Il coro della Cappella Maggiore in S. Petronio a Bologna è opera di Agostino de Marchi, impegnato nell'impresa dal 1467 al 1479 con due campagne successive: prima quella relativa al coro dei Canonici seguita dai seggi per gli Anziani. Attualmente la separazione tra le due fasi operative non è più visibile a causa di rimaneggiamenti e aggiunte nel corso del Seicento, oltre a successivi restauri. Il riferimento nello schedario manoscritto della ditta Fototecnica è a Hans Landolt, committente di un nutrito gruppo di immagini relative all'arte delle chiese bolognesi. Il coro è documentato in fotografie dei singoli stalli intarsiati.