Bologna - Chiesa dell'Osservanza - Cristoforo Savolini, Conversione di S.Paolo

60f6ddcc3c12a10007f192e2

Bologna - Chiesa dell'Osservanza - Cristoforo Savolini, Conversione di S.Paolo

Inventario
FF 1061-218

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
1962 post
Oggetto
Negativo
Materia e tecnica
gelatina bromuro d'argento/ vetro
Misure immagine (in cm; hxb)
24x18
Indicazione di colore
B/N
Iscrizioni
Sul pergamino originale nota manoscritta a inchiostro "Conversione di S.Paolo del Bononi/ Chiesa dell'Osservanza"
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Arte - Pittura - Opere d'arte - Dipinti
Bibliografia
Pezzella Letizia, Fototecnica Artigiana e Fototecnica Bolognese. Industria, artigianato e commercio nel fondo fotografico del Museo del Patrimonio industriale, in "Scuola officina", n. 2, luglio-dicembre 2007, pp. 4-7; Biagi Maino Donatella, Gandolfi Giulia (a cura di), L'Osservanza di Bologna. Convento e chiesa di San Paolo in Monte, Bologna, 2009, pp. 88-89.
Note
La chiesa di S.Paolo in Monte all'Osservanza, dopo le soppressioni napoleoniche del 1897, fu acquistata dal conte Antonio Aldini nel 1812 e in seguito demolita per favorire la costruzione di Villa Aldini. Oltre dieci anni dopo fu avviata la ricostruzione della chiesa, su progetto dell’architetto Vincenzo Vannini, che venne consacrata nel luglio 1828. Il dipinto, tradizionalmente attribuito a Carlo Bononi (come indica anche l'iscrizione sul pergamino), è da ascriversi al pittore cesenate Cristoforo Savolini. Realizzato per la chiesa di S.Paolo a Cesena, fu successivamente acquistato da una famiglia bolognese per poi venire collocato entro la bella cornice in scagliola nella nuova chiesa di S.Paolo, nel 1828. Il riferimento nello schedario manoscritto della ditta Fototecnica è a Hans Landolt, committente di un nutrito gruppo di immagini relative all'arte delle chiese bolognesi.