Bologna - Culligan Italiana - Addolcitore ad uso domestico: modalità di sostituzione cartuccia

60f6ddcb3c12a10007f18f78

Bologna - Culligan Italiana - Addolcitore ad uso domestico: modalità di sostituzione cartuccia

Inventario
FF 2978-066

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
1962-1965 ca.
Oggetto
Negativo
Materia e tecnica
gelatina bromuro d'argento/ vetro
Misure immagine (in cm; hxb)
24x18
Indicazione di colore
B/N
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Stabilimenti industriali - Fabbriche - Culligan - Acqua - Depuratori - Addolcitori
Bibliografia
Pezzella Letizia, Fototecnica Artigiana e Fototecnica Bolognese. Industria, artigianato e commercio nel fondo fotografico del Museo del Patrimonio industriale, in "Scuola officina", n. 2, luglio-dicembre 2007, pp. 4-7;
Note
La Culligan Italiana nasce a Bologna nel 1960, in Via Bonvicini 17 (tra Bolognina e Corticella) come filiale di Culligan International, azienda con sede a Chicago, negli Stati Uniti, dal 1936. Il settore dell'impresa è il trattamento dell'acqua e all'inizio la Culligan Italiana distribuisce piccoli addolcitori per uso domestico, utilizzati soprattutto per alimentare le macchine da caffè espresso. Nel tempo l'azienda ha esteso la sua capacità progettuale in molteplici settori dell'industria ma non solo: Culligan è presente nel settore acquedottistico, in quello dei trattamenti specifici dell'acqua per i più vari processi industriali, dall'alimentare al farmaceutico, dall'elettronica alla medicina, alla stampa, all'allevamento di bestiame, alla cantieristica navale, al recupero delle acque reflue. Dal 1969 la Culligan Italiana viene inglobata in Culligan International che successivamente (nel 1998) entra a
far parte del gruppo USFilter, e a seguire nel 1999, della multinazionale Vivendi. Attualmente la sede europea di Culligan è a Cadriano di Granarolo dell'Emilia, dove viene costruita e assemblata la maggior parte dei sistemi per il trattamento dell’acqua. Il servizio, costituito da 22 riprese, documenta modelli prodotti dall'azienda e risale ai primi anni dell'attività. In particolare la modalità di sostituzione della cartuccia per un addolcitore d'acqua di piccole dimensioni.