Bologna - Deposito del pastificio Barilla - Magazzino con operai al lavoro

60f6ddca3c12a10007f17ec9

Bologna - Deposito del pastificio Barilla - Magazzino con operai al lavoro

Inventario
FF 2810-008

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
1962 post
Oggetto
Negativo
Materia e tecnica
gelatina bromuro d'argento/ vetro
Misure immagine (in cm; hxb)
24x18
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Industria agroalimentare - Pastifici - Pastificio Barilla - Stabilimenti - Magazzini - Magazzinieri
Bibliografia
Pezzella Letizia, Fototecnica Artigiana e Fototecnica Bolognese. Industria, artigianato e commercio nel fondo fotografico del Museo del Patrimonio industriale, in "Scuola officina", n. 2, luglio-dicembre 2007, pp. 4-7; Gonizzi Giancarlo, Barilla: centoventicinque anni di pubblicità e comunicazione 1877-2002 - Cinisello Balsamo, Silvana Editoriale, 2003 - Per approfondimento sull'azienda si segnala https://www.barillagroup.com/it/la-nostra-storia
Note
Tutto inizia con una bottega di vendita di pane e pasta a Parma, fondata nel 1887 da Pietro Barilla. Nel 1910 Pietro e Riccardo Barilla aprono il primo stabilimento produttivo di pasta all'uovo e nel 1936 si sviluppa una rete commerciale di diffusione con l'introduzione di nuovi sistemi di produzione. A partire dal dopoguerra la gestione passa ai figli di Riccardo, Gianni e Pietro, con una suddivisione dei ruoli: il primo si occuperà della fabbrica e della sua amministrazione mentre il secondo gestirà il settore esterno: promozione, pubblicità, contatti. Nel 1952 si sviluppa ulteriormente la presenza del marchio Barilla sul mercato della pasta e dal 1965 entrano in produzione anche prodotti da forno secchi. Il servizio fotografico, composto da nove lastre negative, documenta un deposito della ditta collocato in area bolognese, come si deduce dalla targa posta all'esterno dell'edificio (particolare dell'interno del magazzino con operai al lavoro).