Bologna, la cinta daziaria (1902-1904)

60f6db2a3c12a10007f16d03

Bologna, la cinta daziaria (1902-1904)

Inventario
BRI 01861
Categoria:

Notizie storico artistiche

Timbro di spedizione (Luogo e data)
Bologna, 10.8.1904
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
cartolina postale
Misure immagine (in cm; hxb)
9x14
Indicazione di colore
b/n
Iscrizioni
Sul recto è raffigurato a modo di caricatura il trasferimento della cinta daziaria con un prima e un dopo e le due date corrispondenti: "il 14 dicembre 1902" e "il 31 luglio 1904". Sul verso, a matita, il prof. Brighetti ha scritto: "a mano?". La cartolina è viaggiata da Bologna a Bologna. Il timbro di spedizione risale al 10.8.1904.
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Bologna, la cinta daziaria (1902-1904)
Note
Il 20 agosto 1901 a Bologna entrò in vigore la nuova cinta daziaria, spostata di circa un chilometro dal perimetro delle antiche mura su cui era precedentemente attestata.
Tale "spostamento" era stato fortemente voluto dalla Giunta moderata del sindaco Dallolio, sulla base di osservazioni di Giuseppe Tanari. Il provvedimento però incontrò forti resistenze se non addirittura l'ostilità di operatori economici e cittadini, colpiti da maggiori tasse su beni di primo consumo.
A seguito di questa vicenda, decadde totalmente una delle funzioni che fino ad allora avevano avuto le porte di accesso alla città.