Bologna - Mobilificio Zurla - Camera singola per degenza ospedaliera con arredo completo

60f6ddcb3c12a10007f188d8
1
60f6ddcb3c12a10007f188d9
2
60f6ddcb3c12a10007f188da
3
60f6ddcb3c12a10007f188d8
60f6ddcb3c12a10007f188d9
60f6ddcb3c12a10007f188da

Bologna - Mobilificio Zurla - Camera singola per degenza ospedaliera con arredo completo

Inventario
FF 2206-156/157/158

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
1953 post
Oggetto
Negativo
Materia e tecnica
gelatina bromuro d'argento/ vetro
Misure immagine (in cm; hxb)
24x18
Indicazione di colore
B/N
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Mobili - Mobili di ferro - Ospedali - Arredi - Letti - Comodini - Poltrone - Divani - Zurla
Bibliografia
Pezzella Letizia, Fototecnica Artigiana e Fototecnica Bolognese. Industria, artigianato e commercio nel fondo fotografico del Museo del Patrimonio industriale, in "Scuola officina", n. 2, luglio-dicembre 2007, pp. 4-7; Indicatore della provincia di Bologna. Guida amministrativa, professionale industriale e commerciale, Bologna 1952, p. 318; Berselli Aldo, I protagonisti dello sviluppo industriale, in Bologna 1937-1987. Cinquant'anni di vita economica, a cura di Fabio Gobbo, Bologna, 1987, p. 125.


Note
La ditta Luigi Zurla "Primaria fabbrica emiliana letti e mobili di ferro" nasce nel 1885, con la produzione di arredi per case di cura e ospedali. La sede di Via Frassinago 39 viene mantenuta nel corso delle generazioni successive quando la ditta assume il nome di Luigi Zurla & Figli. Amministrazione e stabilimento produttivo restano dunque in Via Frassinago mentre un punto vendita più centrale è situato in Via Altabella 1, sotto il nome di Zurla Natale. Nel 1954 la ditta deposita all'Ufficio Centrale Brevetti di Roma il marchio costituito dalle due torri con l'iscrizione Zurla alla base, indicando come tipologia produttiva "mobili metallici di ogni tipo e mobili sanitari". Attualmente è ancora attivo lo stabilimento di mobili in ferro a Zola Predosa, in Via Roma, mentre la rivendita di Via Altabella è dedicata al commercio di materassi. Il servizio fotografico è costituito da 24 riprese di arredi ospedalieri (letti, comodini, sedie, tavolini).