Bologna, Palazzo Malaguti, già dell'Arte de' Drappieri o Strazzaroli. Dettaglio della facciata

60f6db2a3c12a10007f15c9d

Bologna, Palazzo Malaguti, già dell'Arte de' Drappieri o Strazzaroli. Dettaglio della facciata

 Genera il pdf
Inventario
BRI / FOT. 070
Categoria:

Notizie storico artistiche

Luogo della ripresa
Bologna
Oggetto
Positivo
Misure immagine (in cm; hxb)
24,5x19,5
Indicazione di colore
b/n
Iscrizioni
Sulla fascetta in basso nel recto è scritto: "(Ed.ne Alinari) P.e I.a N. 10668. BOLOGNA - Palazzo Malaguti, già dell'Arte de' Drappieri o Strazzaroli. Dettaglio della facciata".
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Bologna, Palazzo Malaguti, già dell'Arte de' Drappieri o Strazzaroli. Dettaglio della facciata
Note
Situato davanti alle Torri Asinelli e Garisenda, il palazzo venne costruito per la Corporazione dei Drapperi, detti Strazzaroli, tra il 1486 e il 1496. Nel progettarlo Giovanni Piccinini da Como si ispirò alla Domus Magna di Giovanni II Bentivoglio, Signore di Bologna dal 1463 al 1506. La facciata del palazzo viene attribuita a Francesco Francia e presenta nove arcate (oggi murate). Nella nicchia che sormonta il balcone centrale in arenaria (1507) si trova una statua della Vergine con Bambino di Gabriele Fiorini. È detta "Madonna del Campanello" perché, nelle rare occasioni in cui la tenda che la copre viene sollevata, viene suonata la campanella che si trova al suo fianco.