Bologna - Petroncini - Macchine professionali - Macinacaffè elettrico

60f6ddcb3c12a10007f18c2a

Bologna - Petroncini - Macchine professionali - Macinacaffè elettrico

N° Inventario
FF 3289-029

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
1953 post
Oggetto
Negativo
Misure immagine (in cm; hxb)
24x18
Indicazione di colore
B/N
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Industria meccanica - Macchine professionali - Macchine per alimenti - Petroncini
Bibliografia
Pezzella Letizia, Fototecnica Artigiana e Fototecnica Bolognese. Industria, artigianato e commercio nel fondo fotografico del Museo del Patrimonio industriale, in "Scuola officina", n. 2, luglio-dicembre 2007, pp. 4-7; Pedrocco Giorgio, Bologna industriale, in Storia di Bologna - Bologna in età contemporanea 1915-2000, v. 4**, Bologna 2013; Indicatore della provincia di Bologna. Guida amministrativa, professionale industriale e commerciale, Bologna 1958, p. 356.


Note
Le Officine meccaniche di precisione Gozzoli & Petroncini prendono l'avvio dal 1919 a Bologna, con stabilimento presso le Mura di S.Isaia 9. L'officina si occupa della tostatura e macinatura del caffè, ma orientamenti diversi sulle modalità di lavorazione portano alla rottura del sodalizio. Già nel 1938 Giovanni Gozzoli deposita il marchio per le "officine Vittoria" (già Gozzoli & Petroncini). Parallelamente il Comm. Ruggero Petroncini apre uno stabilimento in proprio con sede in Via Emilia Ponente 32, sviluppando il metodo di tostatura a convezione e un’ampia gamma di elettrodomestici per la casa ed esercizi commerciali. Attualmente l'azienda ha sede a S. Agostino (FE). Dal 2016 la Petroncini è parte della IMA S.p.A., COFFEE Division: un gruppo che garantisce supporto per ogni fase di lavorazione del prodotto. La scatola conteneva 27 lastre: il marchio presente su molte macchine documentate risulta richiesto all'Ufficio Brevetti di Modena nell'ottobre del 1952 e circoscrive pertanto un arco cronologico di ripresa successivo a quella data. Nel dettaglio un macinacaffè elettrico.