Bologna, Piazza Aldrovandi

60f6db2a3c12a10007f15b35

Bologna, Piazza Aldrovandi

 Genera il pdf
Inventario
BRI 02564
Autore
Categoria:

Notizie storico artistiche

Luogo della ripresa
Bologna
Luogo e anno di edizione
Bologna, terzo decennio sec. XX°
Data della ripresa
terzo decennio sec. XX°
Timbro di spedizione (Luogo e data)
Bologna, 1929
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
cartolina postale
Misure immagine (in cm; hxb)
9x14
Indicazione di colore
b/n
Iscrizioni
Sul recto, in basso al centro: "Bologna - Piazza Aldrovandi". Il nome dell'editore è leggibile sul verso, in basso a sinistra, preceduto dal n. 2C. Il prof.Brighetti ha scritto: "Vista da S. Vitale". La cartolina è viaggiata da Bologna a Casaliggio (provincia di Piacenza). Il timbro di spedizione risale al 1929.
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Bologna, Piazza Aldrovandi
Note
La piazza, che mette in comunicazione Strada Maggiore con Via San Vitale, fu intitolata ad Ulisse Aldrovandi nel 1877. In precedenza, era conosciuta come Seliciata di Strada Maggiore o Seliciata dei Servi, grazie alla vicinanza con l'omonima chiesa. L'indicazione di "seliciata" era dovuta al fatto di essere stata in parte ricavata colmando e selciando il fossato della penultima cerchia murata di Bologna. La piazza è nota anche per una curiosità. Nella parte di nord-ovest, dove ancora oggi esiste una sorta di piattaforma rialzata, sorse grazie a tale Leonardo Leonardi, la prima cantina sotterranea bolognese, detta "tuata" o "tubata". Inoltre, addossata a Palazzo Bianchetti, fino almeno al 1832 (come documenta una stampa di Antonio Basoli) vi era una delle più antiche "beccherie" (macellerie) di Bologna, risalente al secolo XIV. Purtroppo, l'attuale intitolazione ha fatto scomparire del tutto un toponimo antico e caratteristico della città. Questa cartolina inquadra la piazza da un punto di vista meno consueto, ovvero, da via San Vitale verso Strada Maggiore, come ha correttamente annotato il collezionista Antonio Brighetti.