Bologna, Porta Santo Stefano: esterno

60f6db2a3c12a10007f15afc

Bologna, Porta Santo Stefano: esterno

Inventario
da BRI 02471 a BRI 02473
Autore:
Categoria:

Notizie storico artistiche

Datazione
Luogo della ripresa
Bologna
Luogo e anno di edizione
Bologna, 1902-1903
Data della ripresa
1902
Timbro di spedizione (Luogo e data)
Bologna, 1903 (esemplare n. inv. BRI 02473)
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
cartolina postale
Misure immagine (in cm; hxb)
9x14
Indicazione di colore
b/n
Iscrizioni
Sul recto, in alto a sinistra, è scritto: "Bologna"; in basso al centro, si legge "Barriera di Porta S. Stefano"; nell'angolo inferiore di sinistra, compare il nome dell'editore, seguito dal n. 12216. L'esemplare n. inv. BRI 02473 è viaggiato da Bologna a Roma. Il timbro di spedizione risale al 1903.
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Bologna, Porta Santo Stefano: esterno
Bibliografia
Giancarlo Roversi, "Le mura perdute. Storia e immagini dell'ultima cerchia fortificata di Bologna", Casalecchio di Reno, Grafis, 1985, pag. 231.
Note
Nel 1843 l'antica Porta fortificata di Santo Stefano era stata demolita e sostituita da un nuovo varco monumentale denominato "barriera gregoriana", poiché era felicemente regnante papa Gregorio XVI. La nuova Porta venne costruita su disegno dell'architetto Filippo Antolini, che progettò due corpi di fabbrica laterali, collegati da una cancellata e ravvivati da loggiati architravati di ordine dorico, poi in parte tamponati. All'inizio del Novecento, con la demolizione della cinta muraria, il grande cancello venne trasferito all'ingresso dei Giardini Margherita a Porta Castiglione, dove tuttora si trova. Nella cartolina è ben visibile anche il viale di circonvallazione diretto a Porta Castiglione. Il baluardo verso la chiesa della Madonna del Baracano è già stato distrutto, come dimostrano i cumuli di pietriccio. Questo particolare permette di datare lo scatto al 1902.