Bologna, via dell'Indipendenza: il teatro Olimpia (poi Verdi) in costruzione

60f699333c12a10007f12121

Bologna, via dell'Indipendenza: il teatro Olimpia (poi Verdi) in costruzione

Inventario
MISC. / Meng. 15

Notizie storico artistiche

Luogo della ripresa
Bologna
Data della ripresa
prima del 1907
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
positivo b/n incollato su cartoncino
Materia e tecnica
stampa su carta
Misure immagine (in cm; hxb)
19,5x26
Indicazione di colore
b/n
Iscrizioni
Sull'angolo inferiore destro del recto del cartoncino di supporto un timbro è indicato il nome del laboratorio fotografico.
Soggetto o iconografia
Bologna, via dell'Indipendenza: il teatro Olimpia (poi Verdi) in costruzione
Bibliografia
https://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/
Note
Il 13 aprile 1907 in via Indipendenza venne inaugurato il Teatro Olimpia. Sorgeva al posto dell'Anfiteatro del Pincio, una volta tempio del vaudeville, del varietà e del circo, costruito in legno nel cortile di palazzo Giordani. Vi furono rappresentate operette, commedie dialettali, riviste studentesche. Nel 1923 vide il debutto del "Teatro Nazionale delle teste di legno" fondato da Umberto Tirelli. Nel 1928, su progetto dell'arch. Giulio Ulisse Arata, furono aggiunte alla platea due gallerie e il teatro fu rinominato Verdi. Divenuto così il migliore "teatro moderno" della città, acquisì una capienza di millecinquecento posti. Le decorazioni interne furono affidate al pittore Giovanni Romagnoli. Dal 1931 fu sede della Stabile Filodrammatica, compagnia di dilettanti. Distrutto dal bombardamento del 25 settembre 1943, fu ricostruito, per riaprire nel 1959 come cinema Capitol.