Brento (Monzuno), "Cà de' Mazza": veduta

60f6d68b3c12a10007f13850

Brento (Monzuno), "Cà de' Mazza": veduta

Inventario
FANT 0096
Categoria:

Notizie storico artistiche

Luogo della ripresa
Brento (Monzuno)
Data della ripresa
1938 c.
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
stampa su carta
Misure immagine (in cm; hxb)
18x24
Indicazione di colore
b/n
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Brento (Monzuno), "Cà de' Mazza): veduta
Bibliografia
Luigi Fantini, "Antichi edifici della montagna bolognese", Bologna, Alfa, 1971, vol. I/81, pag. 143
Note
Ad un chilometro circa dalla borgata di Brento (comune di Monzuno), in un pianoro vicino alla parete sud di Monte Adone, si trova Cà de' Mazza, ora trasformata in azienda agrituristica. Il piccolo agglomerato di edifici ha una storia particolare alle spalle. Nella attuale casa padronale risiedeva la famiglia dei celeberrimi archibugieri Negroni, che dalla metà del XVIII secolo ai primi decenni del XIX si trasmisero di padre in figlio l’arte del fabbricare armi da fuoco. La fotografia qui riprodotta fu eseguita dal signor Guido Foresti intorno al 1938, prima che, nel 1944, il sito subisse gravi danni a causa degli eventi bellici.