Carlo Berti Pichat

60f699323c12a10007f1207f

Carlo Berti Pichat

Inventario
MISC. / Not. 054
Autore:

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
dopo il 1860
Serie
Ritratti di nobili e notabili bolognesi
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
stampa su carta
Materia e tecnica
albumina
Misure immagine (in cm; hxb)
9x5,5
Indicazione di colore
b/n
Iscrizioni
Sul verso del cartoncino di supporto si legge il nome dell'uomo ritratto. Su tutta la larghezza del cartoncino stesso è scritto: "La coltura de' campi è nobil arte / Che ricchezza legittima comparte. / S'accompagnan con essa ordine e pace, / Saggio costume e civiltà verace."
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Carlo Berti Pichat
Bibliografia
"Fotografia & fotografi a Bologna 1839-1900", a cura di Giuseppina Benassati e Angela Tromellini, Casalecchio di Reno, Grafis, 1992.
Note
Questa e altre novantanove fotografie dello stesso formato sono collezionate in un album familiare già di proprietà della marchesa Sofia Monti Casignoli. Si presentano come un vero e proprio "campionario" della buona società bolognese ritratta immediatamente dopo l'Unità d'Italia. I protagonisti sono nobili e professionisti, quasi tutti identificabili grazie ai loro nomi riportati a mano, con precisione, per ogni soggetto. I ritratti fotografici sono stati realizzati a figura intera, in "studi" alla moda e documentano piacevolmente il decoro e il potere delle classi agiate cittadine (quella nobile e quella borghese) dell'epoca. Carlo Berti Pichat (Bologna, 1799 –1878) è stato un politico e agronomo italiano.
Fondò nel 1840 con Marco Minghetti la Conferenza Agraria. Patriota e scrittore, nel 1859 fu deputato all'Assemblea delle Romagne e fu nominato senatore il 15 novembre 1874. Fu a capo del Comune di Bologna in qualità di assessore anziano dal 9 novembre al 23 dicembre 1872.
A lui è intitolato il tratto dei Viali di Circonvallazione di Bologna compreso fra Porta Mascarella e Porta San Donato.