Cartiera del Maglio - Centrale termica: particolare

60f6ddcb3c12a10007f1824a

Cartiera del Maglio - Centrale termica: particolare

Inventario
FF 3812-010

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
1962 post
Oggetto
Negativo
Materia e tecnica
gelatina bromuro d'argento/ vetro
Misure immagine (in cm; hxb)
24x18
Indicazione di colore
B/N
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Industria cartaria - Aziende manifatturiere - Cartiere - Macchine - Borgonuovo Pontecchio - Cartiera del Maglio - Caldaie - Generatori di vapore
Bibliografia
Pezzella Letizia, Fototecnica Artigiana e Fototecnica Bolognese. Industria, artigianato e commercio nel fondo fotografico del Museo del Patrimonio industriale, in "Scuola officina", n. 2, luglio-dicembre 2007, pp. 4-7; Biancini Bruno, La Cartiera del Maglio, da "Il Comune di Bologna", n. 1, Bologna 1928; Societa anonima cartiere Del Maglio e di Brodano, Bologna. in "L'Italia nelle Sue opere assistenziali", Milano 1933, pp. 789-792; Scenna Alessia, La Cartiera del Maglio nelle fonti d'archivio, in "al sâs" n. 29, anno XV, 1014, pp. 72-92 anche alla pagina https://www.sassomarconifoto.it/index.php/storia/la-cartiera-del-maglio-nelle-fonti-darchivio/
Note
La Cartiera del Maglio ha una storia che parte dal 1873, quando la precedente attività di produzione e lavorazione del rame lascia il posto ad un opificio industriale per la fabbricazione della carta. Molteplici sono i passaggi di proprietà ma la produzione si indirizza subito verso la fabbricazione di carta per scrivere, carta da lettere e carte di lusso derivate dalla lavorazione di stracci, mancando nei pressi della cartiera la materia prima per la produzione di carta a basso prezzo (da giornale, da imballaggio). Negli anni '20 subentra la gestione da parte della Società Anonima Saul Modiano di Trieste, che investe in carta da sigarette e porta la fabbrica nel 1929 ad avere 432 dipendenti. La Cartiera del Maglio viene unita a quella di Brodano (Vignola) dando vita alla Società Anonima Cartiere del Maglio e di Brodano, successivamente Cartiere del Maglio e di Brodano Società per Azioni, con sede legale a Bologna e due stabilimenti, uno in località Borgonuovo di Sasso Marconi e l'altro nel comune di Vignola. Bombardata rovinosamente durante la seconda guerra mondiale la fabbrica viene ricostruita e continua l'attività producendo carte pregiate: carta per sigarette, carta bibbia, carta carbone, carta agrumi, carta Oxford. Negli anni '80 la gestione cambia (Cartiera del Maglio S.p.a.) fino alla chiusura dello storico stabilimento avvenuta il 31 maggio 2008 dopo 135 anni di attività e la messa in liquidazione nell'autunno 2009.
L'immagine in esame documenta un particolare della centrale termica con bruciatori a gasolio.