Ceretolo (BO), panorama

60f6db2a3c12a10007f16b25

Ceretolo (BO), panorama

Inventario
BRI / BO PROVINCIA 2596
Autore:
Categoria:

Notizie storico artistiche

Luogo della ripresa
Ceretolo (BO)
Luogo e anno di edizione
Bologna, s.d.
Data della ripresa
Anni Cinquanta sec. XX° (?)
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
cartolina postale
Orientamento
orizzontale
Misure immagine (in cm; hxb)
10,3x14,7
Indicazione di colore
b/n
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Ceretolo (BO), panorama
Note
Ceretolo deve il suo nome al latino cerretulum (piccolo cerreto) e quindi da cerrus (cerro), grazie alle estensioni boschive di querce e castagni che ricoprivano e ricoprono in parte ancora oggi le estreme propaggini dell'Appennino Settentrionale che si allungano a sud del paese.
Le prime tracce di insediamenti umani nella zona si riscontrano fin dal periodo paleolitico, come dimostrato da scavi archeologici fatti nell'area, e da tracce di successivi insediamenti di origine villanoviana ed etrusca. L'abitato nella sua collocazione attuale ha avuto origine nell'Alto Medioevo, sulle rive del rio omonimo, con caratteristiche prettamente rurali. Comune indipendente fino a tutto il XVIII secolo nell'ambito dello Stato Pontificio, Ceretolo si è unito a Casalecchio di Reno in un'unica entità comunale nel 1804. Nel corso del XX secolo, l'abitato ha conosciuto un periodo di rapida crescita demografica e urbanistica, che ha portato in pochi decenni l'aspetto di Ceretolo da borgo rurale a quartiere residenziale dell'hinterland bolognese.