Disegni anatomici di Barbieri

60f6e1433c12a10007f1de0a

Disegni anatomici di Barbieri

Notizie storico artistiche

Datazione
Luogo della ripresa
Bologna
Data della ripresa
1892 ca.
Oggetto
Negativo
Materia e tecnica
gelatina bromuro d'argento/vetro
Misure immagine (in cm; hxb)
20,9x26,8
Indicazione di colore
B/N
Soggetto o iconografia
Bologna - Collocazione ignota - Disegno - Barberi, Enrico (attr.) - Disegni anatomici di piedi
Bibliografia
Franco Cristofori, Giancarlo Roversi, a cura di, Pietro Poppi e la Fotografia dell’Emilia, Bologna, Cassa di Risparmio in Bologna, 1980; Giuseppina Benessati, Angela Tromellini, Fotografia & Fotografi a Bologna, 1839-1900, Casalecchio di Reno, Grafis, 1992; Franca Varignana, Pietro Poppi “Peintre-Photographe” in Andrea Emiliani, Italo Zannier, a cura di, Il tempo dell'immagine: fotografi e società a Bologna 1880-1980, Torino, SEAT, 1993, pp. 55-70; Fabio Marangoni, Pietro Poppi (1833-1914) fotografo bolognese dell’Ottocento, tesi di laurea in Storia dell’Arte Contemporanea, Università degli studi di Bologna, relatore Stefano Susinno, a.a. 1998/1999.
Note
Il negativo appartiene ad un gruppo di lastre senza numero, per le quali è stato adottato l'inventario attribuito da Roversi e Cristofori e pubblicato nel censimento del 1980, corrispondente alla posizione nella collocazione originale. La mancanza di numerazione non consente riscontri sui cataloghi a stampa. Dalle iscrizioni manoscritte visibili sulla lastra, è possibile ricondurre i disegni al 1892; è stato ipotizzato che la ripresa sia ad essi coeva, con lo scopo di documentarne la realizzazione. Nonostante la collocazione specifica risulti sconosciuta, è presumibile che i disegni anatomici raffigurati in questo gruppo di lastre, fossero conservati a Bologna. L'attribuzione allo scultore Enrico Barberi deriva dalla bibliografia (Cristofori, Roversi 1980), anche se nell'iscrizione dattiloscritta sulla fascetta di titolazione viene indicato come Barbieri.