Distintivo personale di Francesco Baracca

60e86ba6e3e2f0000732e7d0

Distintivo personale di Francesco Baracca

Inventario
F32475
Autore:

Notizie storico artistiche

Datazione
Misure (in cm)
75x88,5x3
Notizie storico critiche
Asso dell'aviazione italiana Francesco Baracca (34 furono gli aerei abbattuti) fu promosso capitano nel giugno 1916 e assegnato alla 91° Squadriglia nel maggio 1917. Da sempre appassionato di cavalli, aveva adottato come insegna personale un cavallino rampante di colore nero in campo bianco, emblema che rimarrà sempre dipinto sulla fusoliera del suo apparecchio: un velivolo S.P.A.D. VII.
Il 16 giugno 1918, durante la Battaglia del Piave, abbatte gli ultimi due velivoli nemici. Tre giorni dopo, la sera del 19 giugno, Francesco Baracca muore tragicamente sulle pendici del Montello, colpito da terra mentre mitraglia le postazioni austro-ungariche in appoggio alla fanteria.
E' lo stesso cavallino rampante che divenne successivamente il simbolo della casa automobilistica fondata da Enzo Ferrari.
Descrizione
Distintivo raffigurante un cavallino nero su fondo bianco simbolo personale di Francesco Baracca (1888-1918) asso dell'aviazione italiana dipinto e staccato dalla fusoliera del suo aeroplano.
Bibliografia
A. Mazza (a cura di), Antico e Moderno, Bologna 2014, p. 516; Francesco Baracca cavaliere del cielo, Bologna 2015, p. 30; A. Gueldry, Ferrari Testarossa, Nanterre 2017, p. 11; P. Deggiovanni, V. Roncuzzi, Francesco Baracca e l'ideale eroico, Bologna 2018, p. 71;
Mostre
Francesco Baracca cavaliere del cielo (Bologna, 2015)