Eden - La Cà di Can - Veglione di beneficenza Artisti Drammatici - 3 marzo 1903

60f6db2a3c12a10007f16ca6

Eden - La Cà di Can - Veglione di beneficenza Artisti Drammatici - 3 marzo 1903

Inventario
BRI 01727
Autore:
Categoria:

Notizie storico artistiche

Datazione
Luogo e anno di edizione
Milano, 1903
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
cartolina postale
Misure immagine (in cm; hxb)
14x9
Indicazione di colore
b/n
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Eden - La Cà di Can - Veglione di beneficenza Artisti Drammatici - 3 marzo 1903
Note
Molto probabilmente, il veglione pubblicizzato dalla cartolina si tenne a Milano, anche se un locale chiamato Eden Kursaal era presente in via Indipendenza a Bologna. L'editore è Giulio Ricordi e il riferimento alla Cà di Can potrebbe derivare dal nome del palazzo voluto da Bernabò Visconti nel XIV secolo. Tale edificio, luogo di sede politica e residenza della famiglia, fu eretto sui resti della vecchia canonica della chiesa di San Giovanni in Conca, già cappella palatina dei Visconti.
Il nome venne attribuito al palazzo dal popolino milanese per la smodata passione cinofila di Bernabò che vi alloggiava i suoi numerosi mastini e segugi per la caccia. Molti altri cani del Visconti erano inoltre forzosamente distribuiti presso i sudditi milanesi e precise leggi comminavano pene molto severe per chiunque osasse danneggiare in qualsiasi maniera i cani dei tiranno.
Dopo alterne vicende storiche, ciò che rimaneva dell'edificio fu definitivamente distrutto da un incendio nel XIX secolo: ricostruito dalla famiglia Carli (commercianti di seta), il palazzo fu acquistato dal Comune di Milano nel 1946 e demolito per far spazio all'attuale Hotel dei Cavalieri.