Perseo Orologi - Campionario di orologi da polso e orologio da tasca

60f6ddca3c12a10007f18128

Perseo Orologi - Campionario di orologi da polso e orologio da tasca

Inventario
FF 3170-006

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
1962 ante
Oggetto
Negativo
Materia e tecnica
gelatina bromuro d'argento/ vetro
Misure immagine (in cm; hxb)
18x24
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Aziende di orologi - Perseo - Orologeria - Orologi - Orologi da polso - Orologi da tasca
Bibliografia
Pezzella Letizia, Fototecnica Artigiana e Fototecnica Bolognese. Industria, artigianato e commercio nel fondo fotografico del Museo del Patrimonio industriale, in "Scuola officina", n. 2, luglio-dicembre 2007, pp. 4-7
Note
La popolarità ed il prestigio degli orologi Perseo è dovuto alla prima storica fornitura, che od oggi continua, di orologi da tasca alle Ferrovie dello Stato, grazie a un giovane commerciante bolognese, Alfredo Degli Esposti che dal 1919 intraprende il commercio all’ingrosso di orologi e fornitura per l’orologeria. Successivamente nel 1923 rileva il marchio di orologi Perseo da un commerciante toscano, in seguito sigla un accordo con la fabbrica svizzera Cortebert della famiglia Juillard. Nel dopoguerra riesce a riallacciare il rapporto con le Ferrovie italiane con nuove forniture di orologi. Nel 1956 Degli Esposti diventa presidente dell’Associazione Nazionale degli Orologiai e cede il marchio alla Cortebert in Svizzera. Nel 1962, la nuova proprietà decide di affidare la distribuzione del marchio Perseo alla ditta Fernus che ancora oggi, con sede a Bologna, cura la distribuzione italiana degli orologi (famosi quelli da tasca affiancati da un'ampia produzione di modelli da polso maschili e femminili). Il servizio è forse funzionale a pubblicazione di materiale pubblicitario o di campionario, la datazione deriva dall'indicazione su uno dei pergamini originali del nome "Degli Esposti Alfredo" come committente delle riprese.