Portonovo di Medicina (BO), la Piazza

60f6db2a3c12a10007f167a5

Portonovo di Medicina (BO), la Piazza

 Genera il pdf
Inventario
BRI / BO PROVINCIA 1665
Autore
Categoria:

Notizie storico artistiche

Luogo della ripresa
Portonovo di Medicina (BO)
Luogo e anno di edizione
Bologna, s.d.
Data della ripresa
Anni Cinquanta sec. XX° (?)
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
cartolina postale
Orientamento
orizzontale
Misure immagine (in cm; hxb)
10,3x14,7
Indicazione di colore
b/n
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Portonovo di Medicina (BO), la Piazza
Bibliografia
http://www.comune.medicina.bo.it
Note
Portonovo è la frazione più distante da Medicina e probabilmente una tra le più antiche. La sua fondazione risale al 1334 con la costruzione del nuovo canale navigabile di Buda detto "Canale di Trecenta": da qui il nome dato dal popolo Porto-Novo.
I terreni fecero parte della Partecipanza di Medicina fino al dissesto economico della stessa attorno al 1892; dal 1898 circa ne divenne proprietario il Cav. Benelli a cui subentrò nel 1924 la famiglia Tamba fino al 1933, anno in cui intervennero le Assicurazioni Generali di Trieste. Negli anni Cinquanta/Sessanta del secolo scorso le Generali vendettero alla cooperativa Acli e a piccoli coltivatori circa 1000 ettari di terreni tra cui l'attuale "Oasi del Quadrone", ma ne conservano ancora una vasta area.
La struttura architettonica del paese si formò nel corso del Settecento, in concomitanza con l'appoderamento dei terreni, per dare risposta ad una numerosa popolazione che ancora viveva in capanne di canne. Fu poi la Comunità della Partecipanza ad avviare la costruzione di case per i mezzadri, ma soprattutto infrastrutture come granai e magazzini, un forno, una cisterna, un deposito per il legname, la casa del medico e diverse cascine per i bovini.