Ricordo della serata studentesca - Teatro Duse - febbraio 1904 - Amsicora

60f6db2a3c12a10007f16cd5

Ricordo della serata studentesca - Teatro Duse - febbraio 1904 - Amsicora

 Genera il pdf
Inventario
BRI 01815
Autore
Categoria:

Notizie storico artistiche

Luogo della ripresa
Bologna
Luogo e anno di edizione
Bologna, 1904 (?)
Data della ripresa
1904 (?)
Timbro di spedizione (Luogo e data)
Bologna, (?)
Oggetto
Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto
cartolina postale
Orientamento
verticale
Misure immagine (in cm; hxb)
14x9
Indicazione di colore
b/n
Iscrizioni
Sul verso è stato apposto il timbro della Cassa Soccorso Studenti Bisognosi di Bologna. La cartolina è viaggiata da Bologna ad Ancona. Il timbro di spedizione è praticamente illeggibile.
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Ricordo della serata studentesca - Teatro Duse - febbraio 1904 - Amsicora
Note
La serata di beneficenza si svolse al Teatro Duse nel febbraio 1904. Visto il particolare periodo dell'anno, si può pensare che si trattasse di un veglione di Carnevale. L’"Amsicora" è un lavoro d’occasione, commissionato al musicista Luigi Canepa (Sassari, 1849–1914) dall’Associazione Universitaria per uno spettacolo teatrale benefico il cui incasso sarebbe stato devoluto alla Cassa di soccorso per gli studenti bisognosi. Ispirata al celebre episodio della storia sarda riportato per la prima volta dallo storico Tito Livio, l’Amsicora si basa su un libretto scritto da Salvatore Scano, avvocato e poeta nonché redattore letterario della «Nuova Sardegna», il quale concepì una gustosissima parodia di un dramma storico scritto nel 1865 dal rettore del Convitto nazionale di Sassari Bartolomeo Ortolani per una recita degli stessi allievi del convitto. L'attore ritratto veste per l'appunto il costume di Amsicora, eroe sardo rinomato per il suo odio verso i romani e per il suo coraggio, per il suo amore per la libertà e per gli sforzi da lui compiuti per ridonarla alla Sardegna.