Spilamberto - SITMA (Società Italiana Macchine Automatiche) - Esterno della sede produttiva

60f6ddcb3c12a10007f18e24
1
60f6ddcb3c12a10007f18e25
2

Spilamberto - SITMA (Società Italiana Macchine Automatiche) - Esterno della sede produttiva

Inventario
FF 4023-036/037

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
1968 ca
Oggetto
Negativo
Materia e tecnica
gelatina bromuro d'argento/ pellicola
Misure immagine (in cm; hxb)
18x24
Indicazione di colore
B/N
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Stabilimenti industriali - Edilizia industriale - Fabbriche - Industria meccanica - Macchine per confezionamento e imballaggio - SITMA - Spilamberto (Modena)
Bibliografia
Pezzella Letizia, Fototecnica Artigiana e Fototecnica Bolognese. Industria, artigianato e commercio nel fondo fotografico del Museo del Patrimonio industriale, in "Scuola officina", n. 2, luglio-dicembre 2007, pp. 4-7; Pedrocco Giorgio, Bologna industriale, in Storia di Bologna - Bologna in età contemporanea 1915-2000, v. 4**
Note
SITMA (Società Italiana Macchine Automatiche) viene fondata nel 1965. I tre soci fondatori, Aris Ballestrazzi, Lamberto Tassi, Gianni Tosarelli, con esperienze maturate nel settore delle macchine automatiche, costituiscono la società con uffici e stabilimento localizzati a Spilamberto in provincia di Modena, integrandosi perfettamente nella Packaging Valley. Nel 1968 SITMA costruisce il proprio stabilimento con uffici e attività produttive su un terreno di 24.000 mq. che dopo due ampliamenti raggiunge una superficie coperta di 15.000 mq. A riprova del costante successo commerciale, SITMA costituisce alcune filiali commerciali in paesi reputati strategici. Nel 1979 viene costituita SITMA FRANCE, nel 1980 SITMA U.S.A., e nel 1999 SITMA JAPAN. Nel 2003 SITMA si dota di un ulteriore nuovo stabilimento di 15.000 mq. coperti, che viene inaugurato nel 2005. La produzione attuale oltre che proseguire nell'ambito grafico editoriale si è indirizzata a nuovi settori in forte crescita quali logistica, e-commerce e mailing. La direzione tecnica dell’azienda è stata seguita da Gianni Manzini mentre la proprietà è rimasta nelle mani di Aris Ballestrazzi, ancora in attività e tuttora Presidente del Consiglio di Amministrazione.
Il servizio è costituito da 24 riprese con documentazione di macchine e della nuova sede produttiva realizzata nel 1968 (nel dettaglio due riprese dell'esterno).