Splendor Giocattoli - Bambola parlante Michela - Modello Lusso

60f6ddcb3c12a10007f18931

Splendor Giocattoli - Bambola parlante Michela - Modello Lusso

Inventario
FF 3817-005

Notizie storico artistiche

Data della ripresa
1970-1975 ca.
Oggetto
Negativo
Materia e tecnica
gelatina bromuro d'argento/ vetro
Misure immagine (in cm; hxb)
24x18
Indicazione di colore
B/N
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Prodotti per l'infanzia - Giocattoli - Splendor - Bambole - Michela - Sebino
Bibliografia
Pezzella Letizia, Fototecnica Artigiana e Fototecnica Bolognese. Industria, artigianato e commercio nel fondo fotografico del Museo del Patrimonio industriale, in "Scuola officina", n. 2, luglio-dicembre 2007, pp. 4-7; Bologna 1937-1987. Cinquant'anni di vita economica, a cura di Fabio Gobbo, Bologna, 1987.
Note
La generazione del dopoguerra investe molto sul giocattolo e nascono tantissime piccole imprese legate a questo settore. La ditta Splendor non è stata rintracciata negli Indicatori della provincia di Bologna, ma probabilmente era solo un distributore e non un produttore come testimonia la presenza nel servizio di bambole Sebino (Sebino Bambole, poi Tecnogiocattoli Sebino, azienda fondata nel 1957). Il servizio comprende anche due riprese di set realizzati in plastica (aeroplani e servizi da cucina), oltre ad alcuni giocattoli in legno di tipo più artigianale. Il tipo di giocattolo circoscrive un arco cronologico di produzione alla prima metà degli anni '70. Nel dettaglio la bambola parlante Michela, prodotta verso la fine degli anni '60, in grado di cantare grazie a dischi microsolco in materiale plastico di dimensioni ridotte, da inserire all'interno dei lettori occultati nel corpo della bambola.