Bologna, corrida al Velodromo

60f699323c12a10007f11950

Bologna, corrida al Velodromo

Inventario
BETT. 069
Categoria:

Notizie storico artistiche

Oggetto
Positivo
Materia e tecnica
gelatina ai sali d'argento su carta baritata
Orientamento
orizzontale
Misure immagine (in cm; hxb)
24x30
Misure negativo (in cm; hxb)
6,5x9
Indicazione di colore
b/n
Iscrizioni
Nel verso compare questa scritta a matita: "3-6-1923"
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Bologna, corrida al Velodromo
Bibliografia
Franco Cristofori, "Bologna. Gente e vita dal 1914 al 1945", Bologna, Alfa, 1980, pp. 134-135
Note
Il quotidiano "Il Resto del Carlino" del 22 maggio 1923 riporta la cronaca di un avvenimento eccezionale per Bologna: al Velodromo si è tenuta una corrida. Sì, una vera e propria corrida spagnola...Il velodromo è stato attrezzato per ospitare i più famosi "espada" di Siviglia, Granada, Madrid. Tra questi, don Francisco Lopez (detto Pareisto); don Francesco Munoz; don Josè Estrela (detto il Valentino); otto banderilleros, un caballero e un certo Tancredo, a cui toccava il pericoloso compito di "filtro" tra i tori infuriati. La fotografia di Paolo Bettini documenta la manifestazione. Sullo sfondo si stagliano -tra gli altri- la torre Asinelli, la torre dell'Arengo e il profilo della basilica di San Petronio.