Bologna: Prati di Caprara, esibizione aerea

60f699323c12a10007f1191d

Bologna: Prati di Caprara, esibizione aerea

Inventario
BETT. 071
Categoria:

Notizie storico artistiche

Oggetto
Positivo
Materia e tecnica
gelatina ai sali d'argento su carta baritata
Orientamento
orizzontale
Misure immagine (in cm; hxb)
24x30
Misure negativo (in cm; hxb)
6,5x9
Indicazione di colore
b/n
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Bologna, Prati di Caprara: esibizione aerea
Note
Il 1° ottobre 1913 la piazza d'armi dei Prati di Caprara diventa ufficialmente aeroporto per veivoli e dirigibili dell'Esercito. Già nel 1910 il luogo era stato teatro di una manifestazione aviatoria e alcuni mesi prima (il 24 settembre 1913) Francesco Baracca era atterrato proveniente da Taliedo (Milano). Nella bella fotografia di Paolo Bettini si nota l'assembramento di persone e mezzi per assistere a questo vero e proprio "spettacolo" di modernità. Alcune persone sono perfino salite in piedi sui carretti. Il prof. Enrico Ruffini, bolognese, esperto di storia del volo, ci informa che presumibilmente la fotografia risale proprio al 1910, quando in maggio si tenne la Settimana Aerea di Bologna. Il velivolo che compare potrebbe essere il biplano Farman di Eugene Van den Born, che raggiunse una discreta altezza, mentre -ad esempio- il mezzo condotto da Ugolino Vivaldi-Pasqua rimase spesso molto vicino a terra.